Home / Cronaca / Asilo nido di Camaro: si attende l’approvazione della graduatoria
Asilo nido di Camaro: si attende l’approvazione della graduatoria

Asilo nido di Camaro: si attende l’approvazione della graduatoria

Il 50% dei bambini attende ancora l’inserimento per la mancata approvazione della graduatoria dell’asilo nido di Camaro. Questi ritardi stanno provocando disagi alle famiglie. E’ per questo che il consigliere comunale Libero Gioveni, e quello della terza circoscrizione, Alessandro Cacciottohanno inviato un’interrogazione urgente al sindaco Renato Accorinti, e all’assessore ai Servizi sociali, Nina Santisi.

“Non era mai accaduto – scrivono i due – che non si approvasse in tempo la graduatoria che raccoglie le istanze d’iscrizione che ogni anno nel mese di maggio le famiglie interessate presentano al Dipartimento servizi sociali”.

Anche quest’anno, infatti, dall’1 al 31 maggio, circa una trentina di istanze sono pervenute al Dipartimento di palazzo Satellite con lo scopo di coprire i posti vacanti lasciati vuoti da tutti quei bambini che, come ogni anno, nel mese di settembre lasciano il Nido per fare ingresso nella scuola materna.

Dei 21 posti disponibili nella struttura di Camaro, circa una decina di bambini hanno fatto già le valige per approdare nei vari plessi statali dell’infanzia, ma di fatto ancora non sono stati rimpiazzati, con tutto ciò che ne consegue: disservizio per le famiglie in attesa che non si spiegano a cosa siano dovuti questi ritardi e, fatto non certamente di poco conto, la produzione di un potenziale danno erariale per l’Ente a causa del mancato incasso delle rette, fatto questo che Palazzo Zanca, in questo conclamato periodo di vacche magre, non si può assolutamente permettere.

Pertanto i consiglieri chiedono di conoscere i motivi che ancora ostano all’approvazione della graduatoria per il necessario inserimento dei bambini aventi diritto nel Nido di Camaro, a completamento dei 21 posti disponibili nella struttura e sollecitarne gli opportuni e consequenziali provvedimenti. 

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su