Home / Cronaca / Locale / Concorso al Comune, Gioveni: “Basta agli annunci facili, ci vogliono certezze!”
Concorso al Comune, Gioveni: “Basta agli annunci facili, ci vogliono certezze!”

Concorso al Comune, Gioveni: “Basta agli annunci facili, ci vogliono certezze!”

Oggi il Consigliere comunale Libero Gioveni, in una nota, esprime le sue perplessità rispetto alla reale possibilità di un’imminente attivazione del concorso per 51 posti al Comune di Messina.

Al momento rischia di rimanere solo il classico specchietto per le allodole – commenta il Consigliere – a causa di un annuncio fatto presto rispetto ad alcuni passaggi giuridici propedeutici che ancora sembrano essere allo stato embrionale

In proposito Gioveni prosegue segnalando come a suo avviso, in relazione alla vicenda, la condotta dell’Amministrazione sia stata superficiale tanto da averle fatto assumere i connotati di uno “spot elettorale”.

Non è giusto illudere migliaia di messinesi in cerca di un’occupazione quando non si hanno le necessarie certezze – commenta stizzito Gioveni – le norme sono chiare, non si può procedere al concorso pubblico se non prima avvengono alcuni passaggi amministrativi”.

Gioveni riporta infatti come la L.R. n. 27 del 29 dicembre 2016 stabilisca che, prima dell’avvio di ogni procedura di assunzione pubblica, debbano essere attivate le procedure di mobilità riservate al personale in esubero delle “ex Province” regionali che però ad oggi non risulterebbero ancora attive.

Basta quindi con questi annunci ad effetto se non si ha la certezza di avere snellito prima tutte le procedure amministrative propedeutiche al concorsone” conclude Gioveni, che rivolge inoltre un invito all’Amministrazione a non sbilanciarsi più su questioni cardine, come il lavoro e la casa, che da sempre purtroppo hanno rappresentato, da destra a sinistra passando per il centro, il tratto comune di tutte le campagne elettorali.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi obbligatori sono contrassegnati con un *

*

Torna su