Home / Politica / Comune / Apre a Messina il “Baby Pit Stop” donato dall’Unicef
Apre a Messina il “Baby Pit Stop” donato dall’Unicef

Apre a Messina il “Baby Pit Stop” donato dall’Unicef

Venerdì 29, alle ore 10, nella Sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca, alla presenza del sindaco, Renato Accorinti, dell’assessore alle Politiche Sociali, Nina Santisi, e di rappresentanti dell’Unicef regionale e locale, si terrà una conferenza stampa di presentazione del “Baby Pit Stop”.

L’Unicef Italia, nell’ambito del progetto “Ospedali & Comunità Amici dei Bambini”, grazie all’impegno dell’assessorato alle Politiche sociali in tema di promozione dell’allattamento materno, ha donato al Comune di Messina l’allestimento di un Baby Pit Stop: un ambiente protetto, in cui le mamme si sentano a proprio agio per allattare il loro bambino e provvedere al cambio del pannolino poiché allattare al seno è un gesto semplice e naturale che tutte le mamme dovrebbero poter fare ovunque.

Il Baby Pit Stop (BPS) prende il nome dalla nota operazione del “cambio gomme + pieno di benzina” che viene effettuata in tempi rapidissimi durante le gare automobilistiche di Formula Uno. Nei Baby Pit Stop il cambio riguarda il pannolino e il “pieno” è di sano latte materno, ricco di nutrienti e di anticorpi.

Dopo Torino, che il 13 Ottobre ha inaugurato il suo BPS a Palazzo Civico, anche il Comune di Messina è, dunque, pronto ad accogliere mamme, papà e neonati nello spazio appositamente arredato, al piano terra di Palazzo Zanca, nella sala antistante il microasilo nido aziendale di prossima apertura a metà gennaio, ingresso Piazza Antonello.

Lo spazio sarà inaugurato alla presenza delle autorità, venerdì 29, alle ore 11. Saranno presenti, per l’occasione, la giunta Accorinti, il presidente Unicef Sicilia, Umberto Palma, autorità, professionisti sanitari ospedalieri e territoriali, le mamme di “Peter Pan”, associazione di mamma alla pari e l’invito è esteso ad ogni cittadino che vorrà unirsi.

L’iniziativa rientra in un progetto più ampio volto a sviluppare una sensibilità collettiva sui temi della maternità e della genitorialità – dichiara l’assessore Santisi. La presenza di un Baby Pit Stop è un piccolo gesto di attenzione e di civiltà che guarda al futuro e alla cura dei piccoli, quindi al bene della comunità. Ringraziamo il Comitato Provinciale di Messina per l’Unicef e la presidente Angela Rizzo Faranda, per averci scelto e per aver condiviso con noi ogni iniziativa rivolta all’infanzia e all’adolescenza”.

Speriamo – ha concluso l’assessore – che nella nostra città si possano moltiplicare gli spazi pensati per i più piccoli e per le loro famiglie. Il Baby Pit Stop di Palazzo Zanca vuole infatti contribuire a fare di Messina una città a misura di famiglie e più baby friendly”.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su