Home / Cronaca / Locale / Il consigliere Cantali su scuola Pascoli: “A quando la riapertura? Sindaco e assessori facciano chiarezza”
Il consigliere Cantali su scuola Pascoli: “A quando la riapertura? Sindaco e assessori facciano chiarezza”

Il consigliere Cantali su scuola Pascoli: “A quando la riapertura? Sindaco e assessori facciano chiarezza”

Il consigliere Carlo Cantali, facente parte della lista “Felice per Messina”, ha rivolto un’interrogazione al sindaco Accorinti e agli assessori competenti in merito alla vicenda della scuola “Pascoli-Crispi” coinvolta in un incidente il 4 dicembre scorso che ne ha reso inagibili i locali.
Ad un mese di distanza, il plesso scolastico è ancora chiuso e non si hanno notizie sulla sua riapertura.
Il consigliere lamenta il ritardo con cui le amministrazioni deputate si sono attivate nonchè l’intervento parziale e incompleto di pitturazione del piano terra e il rilevamento di infiltrazioni d’acqua in prossimità del soffitto.

Cantali ha dichiarato: ” Ho piu volte sollecitato i dovuti interventi e la consegna del certificato di bonifica post incendio nelle sedute di commissione congiunte dove si e’ trattato specificamente l’argomento in oggetto, e che lo stesso ha chiesto rassicurazioni nella seduta della terza commissione del 9/01/2018 e nella seduta della quinta commissione del 10/01/2018. Insieme ad altri consiglieri ho eseguito un sopralluogo nei locali scolastici accertandomi personalmente di un persistente stato di criticità”.

Alla luce di quanto esposto, Cantali ha chiesto all’amministrazione Accorinti di fornire motivazioni sul ritardo dell’intervento, sottovalutando la gravità della situazione e le implicazioni che incidono sulla salute degli alunni e di adottare con prontezza adeguati interventi  di messa in sicurezza della struttura. Il tutto accertandosi che i fumi e polveri presenti nei predetti locali rientrino nei limiti di tollerabilità previsti dalla vigente normativa , pianificando i risultati con particolare riferimento alle richieste certificazioni sulla genuinità dell’aria.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su