Home / Cultura / Cinema e TV / Alice Caioli: da Acquedolci al Festival di Sanremo
Alice Caioli: da Acquedolci al Festival di Sanremo

Alice Caioli: da Acquedolci al Festival di Sanremo

Lo ricorderà per tutta la vita, l’esordio al Festival di Sanremo, la bravissima e giovanissima Alice Caioli.

Il suo primo approccio, sul palco dell’Ariston, è stato strepitoso e tra i quattro giovani in gara, durante la seconda giornata del Festival,  si è classifica prima con il brano autobiografico dal titolo “Specchi rotti”.

Disinvolta e con una grinta da vendere come nel 2012 l’anno che la conobbi grazie a Silvia Duca la sua insegnante di allora.

Presentai Alice più volte in varie manifestazioni, vinse la categoria brani inediti del Festival Frequenze Sonore in Tour a Patti e poi si qualificò, come miss, alla finale di Ragazza e Ragazzo dell’Anno vincendo la selezione di Tonnarrella di Furnari.

Stasera lo rivista sul palco più importante della canzone italiana e non vi nascondo che mi è scappata anche qualche lacrima pensando ai sacrifici e alle difficoltà che ha avuto nella sua adolescenza.

Alice ce l’ha fatta e dal primo posto momentaneo,  aspettando le altre esibizioni, già penserà a venerdì sera quando si scoprirà chi vincerà la categoria Giovani della 68^ edizione del Festival della Canzone Italiana.

La seconda giornata della kermesse canora, si è aperta con il probabile plagio della canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro dal titolo “Non mi avete fatto niente” a quanto sembra uguale ad una canzone di Febo presentata a Sanremo nel 2016. Il duo, per il momento sospesi dalla gara, aspettano la decisione della commissione.

Dunque spazio ai 10 Big e ai tanti ospiti che hanno infiammato l’Ariston.

Grande mattatore è stato Pippo Baudo, che ha letto una lettera dedicata al Festival. Un ringraziamento per tutto quello che gli ha dato. E’ inutile nascondere  che tra il più bravo conduttore degli ultimi quarantanni e Sanremo c’è un legame fortissimo.

Il Pippo nazionale ha raccontato di aver scoperto cantanti del calibro di Laura Pausini, che sarà super ospite sabato , Giorgia ed Eros Ramazzoti; che ha avuto ospite Madonna e che fermo l’esibizione di Louis Aemstrong nel 1968.

E’ stata la serata di Sting e Shaggy, di Biagio Antonacci, del Volo, dell’inossidabile Roberto Vecchioni e delle meravigliose e indimenticabili canzoni di Claudio Baglioni.

Una seconda serata di buon livello, scorrevole grazie alla simpaticissima e bravissima Michelle Hunziker e la professionalità di Pier Francesco Favino,  Grazie alla canzone italiana, alla meravigliosa orchestra e a tutta l’organizzazione del Festival più amato e più seguito in Europa.

Il Festival ritornerà stasera, con l’esibizione degli altri 10 Big e 4 Giovani, e ci regalerà ancora una volta tante canzone e tanti momenti da ricordare.

(In foto Alice Caioli a Ragazza e Ragazzo dell’Anno)

Seguici e condividi:

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi obbligatori sono contrassegnati con un *

*

Torna su