Home / Cultura / Premio alla carriera e alla passione per il ciclismo
Premio alla carriera e alla passione per il ciclismo

Premio alla carriera e alla passione per il ciclismo

Lo possiamo considerare la figura storica del ciclismo messinese e lo scopritore di tanti talenti.

Lui è Domenico Cambria che non ha potuto mai correre una gara a causa di n incidente in giovane età che ne ha condizionato le funzione motorie, ma non la passione per quello sport tanto amato.

“Don Mico”, come lo conoscono tutti gli appassionati delle due ruote, non si è fatto condizionare dal crudele destino e non potendo più pedalare ha deciso di lottare con e per il ciclismo siciliano.

Nella sala consiliare del comune di Falcone gli è stata consegnata la Medaglia d’oro al Merito sportivo, massima onorificenza della Federazione Ciclistica Italiana.

Ancora una volta erano tutti vicini a Cambria, dagli sportivi alla gente comune. Con l’aula consiliare gremita ad applaudire e sostenere l’amico e l’esperto di ciclismo.

Un tributo fantastico a un uomo fuori dal comune: passione incondizionata verso i ragazzi e la pazza avversione verso tutto quanto è speculazione. Si certo, sembra strano, ma in un mondo fatto di ricavi e introiti Cambia non ha mai programmato le proprie stagioni ciclistiche con la prospettiva del guadagno. Una sola cosa a lui interessava: valorizzare i propri ragazzi, educandoli alla cultura sportiva, creando prima di uomini e poi, semmai ciclisti. Un fuoriclasse dei dirigenti sportivi.

Tutti i coloro hanno indossato la maglia della gloriosa SS Cambia non hanno voluto mancare alla festa del “Presidentissimo”. Un campione come Vincenzo Nibali – nato e cresciuto nelle strade di Messina – ha voluto omaggiare Cambia con un messaggio video. Lo Squallo dello Stretto – impegnato in queste settimane alle Classiche delle Ardenne – ha ricordato alcuni episodi della vita ciclistica di Cambia. Il vincitore dell’ultima edizione della Milano Sanremo si è detto rammaricato di non poter essere presente alla premiazione, ma ha promesso di voler testimoniare la propria stima a Cambia non appena sarà libero da impegni agonistici e potrà così essere presente in Sicilia.

Alla fine, con gli occhi lucidi, il breve discorso del premiato che alle parole ha messo in evidenza sempre i fatti e i tanti intervenuti hanno voluto testimoniare ancora una volta l’apporto che Don Mico ha sempre dato a questo fantastico mondo.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su