Home / Sport / Altri sport / Pallanuoto: CUS Unime a Catania per il recupero della sfida con la Polisportiva Acese
Pallanuoto: CUS Unime a Catania per il recupero della sfida con la Polisportiva Acese

Pallanuoto: CUS Unime a Catania per il recupero della sfida con la Polisportiva Acese

Trasferta insidiosa per il CUS Unime che nel recupero della settima giornata del girone d’andata,
domani (mercoledì 18 aprile), alle ore 20.15, sarà ospite della Polisportiva Acese presso la Piscina
Nesima di Catania.

Dopo la goleada rifilata sabato scorso al CC 7 Scogli di Siracusa, torna subito a giocare la formazione universitaria per allungare in maniera decisa sulle dirette inseguitrici.

Vincendo, infatti, il CUS si porterebbe temporaneamente a +11 sull’Etna Waterpolo, attuale seconda di Serie B in virtù della vittoria nell’ultimo turno, ed a +12 proprio sul Crotone, unica delle tre formazioni ad aver scontato il turno di riposo proprio nell’ultima giornata di campionato.

Dall’altro lato, invece, la Polisportiva Acese affronta l’incontro con la capolista in una difficile condizione di classifica (penultima piazza in coabitazione con il Cosenza Nuoto), frutto di un trend negativo che dura ormai da troppe giornate: gli acesi infatti si trovano fermi a 10 punti e non riescono a trovare un risultato utile dallo scorso 17 febbraio, quando arrivò l’ultima vittoria per 13-7 contro l’Etna Waterpolo.

Da allora solo sconfitte per una squadra che, però, si presentava ai nastri di partenza con ambizioni da playoff quindi composta da un collettivo da non sottovalutare, come dichiara il tecnico cussino Sergio Naccari predicando massima attenzione: “Dobbiamo immediatamente riconcentrarci sul campionato. La vittoria contro i 7 Scogli ma soprattutto lo spettacolo andato in scena alla cittadella per l’incontro tra Ortigia e Pro Recco ci riempie di entusiasmo”.

“Adesso, però, di nuovo massima concentrazione per puntare dritti verso il nostro obiettivo – ammonisce Naccari – l’Acese è un buon collettivo con un ottimo tecnico che alla vigilia del torneo pensavo potesse ambire ai playoff. Oggi la loro classifica dice altro ma attenzione perché, soprattutto in casa loro, possono rappresentare un serio pericolo”.

Lascia un commento

Torna su