Home / Cultura / Arte e Libri / A Milazzo il documentario “Nel nome di Geova”
A Milazzo il documentario “Nel nome di Geova”

A Milazzo il documentario “Nel nome di Geova”

Un documentario d’inchiesta, durato un anno, che ha come tema portante il “mondo spirituale”, con particolare riferimento all’etica.
Un progetto nato con un fine ben preciso: mettere a confronto, tra loro, le diverse religioni appartenenti al Cristianesimo. Tra cattolici, evangelici ed ortodossi, ma durante questa ricerca l’autrice Sofia Mezzasalma è incappata in quella che, secondo lei, religione NON è.
Il documentario sarà proietatto venerdi 27 aprile all’Eolian di Milazzo alle ore 18:00 durante un evento dove tutti possono partecipare e interloquire con la giovane Sofia.

La stessa autrice è quasi sorpresa del lavoro che è riuscita a fare in um anno di lavoro tra telecamere e testimonianze di praticanti alle diverse religioni, ma in particolare con i testimona di Geova: Mi sono, letteralmente, immersa in un mondo a me sconosciuto, iniziando ad informarmi sulla seconda religione più praticata dagli italiani: quella dei Testimoni di Geova.  Una realtà che, credetemi, ha dell’inverosimile. Una “religione” che tutti crediamo di conoscere limitandoci alla solita affermazione:”Ma sì, sono quelli che la domenica mattina, alle 9, vengono a suonare ai nostri citofoni!”

Alla fine la film maker milazzese è riuscita nel suo intento che è quello di far conoscere la verità consapevole che era una situazione più grande di lei: E’ stato un progetto lungo e faticoso, soprattutto se pensate che i Testimoni di Geova hanno toccato, indirettamente, me. Nel momento in cui ho appreso tutto ciò che attualmente conosco, ho pregato alcuni dei “seguaci” di quel Credo, di uscire.
Sono perfettamente cosciente di cosa comporterà la pubblicazione di questo documentario ma se, vendendolo, anche solo una persona riuscirà a trovare la forza per uscire da questa Congregazione e recuperare la propria libertà, significherà che tutto il mio impegno, non è stato vano.
Non intendo “imporre” il mio pensiero ma, semplicemente, spingere a riflettere.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su