Home / Politica / Comune / Trasparenza degli appalti: lunedì focus al Comune
Trasparenza degli appalti: lunedì focus al Comune

Trasparenza degli appalti: lunedì focus al Comune

Modelli internazionali e territoriali a confronto sul tema delle pratiche di open government applicate agli appalti, lunedì 14 maggio, a partire dalle 15:30, nel Salone delle bandiere del Comune di Messina per l’incontro: “Come l’open government aiuta a migliorare la spesa pubblica?”.

L’obiettivo è creare le condizioni per rendere più trasparenti gli appalti pubblici, adottando a Messina, unico caso in Italia, standard di dati aperti e sistemi di analisi sperimentati su scala mondiale.
L’iniziativa si inserisce nel contesto più ampio del progetto pilota avviato dal Comune di Messina, con cui si avvia un percorso di monitoraggio civico sulla realizzazione delle opere pubbliche, ispirato al programma della Commissione Europea “IntegrityPacts – Civil Control Mechanism for Safeguarding EU Funds”, oggi attivo in undici Stati membri.

Per discuterne, l’associazione Parliament Watch Italia ha invierà a Messina Karolis Granickas, di Open Contracting Partnership (OCP), la più importante iniziativa internazionale in tema di trasparenza dei dati sugli appalti pubblici.
Granickas presenterà il modello promosso da Open Contracting, oggi adottato da 35 governi locali nel mondo, per rendere più trasparente e monitorabile da parte di chiunque ogni fase del processo di un appalto.
Uno strumento indispensabile per una gestione più efficace della spesa pubblica, che favorisca un corretto impatto degli investimenti, la prevenzione della corruzione e il rilancio della crescita su scala locale.

A seguire, Francesco Saija, cofondatore di Parliament Watch Italia, chiarirà come l’apertura dei dati degli appalti pubblici è coerente e necessaria ai fini di una corretta sperimentazione di pratiche di monitoraggio civico a Messina.

A presentare le azioni già intraprese in questa direzione e le criticità per la spesa pubblica che possono trovare soluzione nell’applicazione del modello proposto saranno il vicepresidente della Regione Sicilia Gaetano Armao, gli assessori ai Lavori pubblici e allo Sviluppo Economico del Comune di Messina, Sergio De Cola e Guido Signorino, il segretario generale del Comune di Messina Antonio Le Donne.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su