Home / Meteo e Ambiente / Ambiente / “Salviamo i Boschi dal Fuoco”: presentata oggi a Palazzo Zanca la campagna di prevenzione incendi 2018
“Salviamo i Boschi dal Fuoco”: presentata oggi a Palazzo Zanca la campagna di prevenzione incendi 2018

“Salviamo i Boschi dal Fuoco”: presentata oggi a Palazzo Zanca la campagna di prevenzione incendi 2018

L’assessore alla Protezione Civile, Sebastiano Pino, insieme all’esperto comunale, Antonio Rizzo, e al dirigente il dipartimento Protezione Civile e Difesa del Suolo, Riccardo Pagano, hanno illustrato oggi a Palazzo Zanca la campagna di prevenzione incendi 2018 “Salviamo i boschi dal fuoco”.

Il piano ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini all’osservanza di alcune norme comportamentali.

La più tradizionale è quello di allertare le autorità competenti in modo che possano avviare immediatamente le operazioni di spegnimento ma, nel caso di un principio di incendio, è anche pensabile domarlo in autonomia, assicurandosi sempre una via di fuga, tenendo le spalle al vento e soffocando le fiamme battendole con un ramo.

Tra gli altri suggerimenti sulle condotte da assumere in caso di incendio quello di evitare di sostare o parcheggiare nelle vicinanze dopo la chiamata di soccorso, e non attraversare la strada invasa dal fumo e dal fuoco. In caso di viabilità è bloccata evitare di accodarsi e cercate di tornare indietro.

Eventualmente cooperare con i corpi di soccorso mettendo a disposizione riserve di acqua e liberando le strade dalle macchine, per favorire un intervento tempestivo dei soccorsi. In questi momenti prima si agisce, minori sono i danni provocati dalle fiamme.

Nel caso in cui un incendio divampi intorno alla propria abitazione mentre si è all’interno, invece, il suggerimento è quello di non uscire, a meno che non avere la certezza di una via di fuga sicura. Per evitare che il fumo entri da porte e finestre, queste possono essere sigillatele con panni bagnati.

Stessa cosa se ci si trova in auto, la soluzione migliore è quella di chiudere finestrini ed impianti di ventilazione. In ogni caso è indispensabile comunicare al più presto la propria posizione.

La Campagna però non prevede solo suggerimenti sul comportamento più opportuno da adottare. In occasione di questa iniziativa, lo scorso giovedì 24, è stata infatti emanata un’ordinanza sindacale che, tra le altre cose, stabilisce: che i proprietari dei fondi incolti di provvedere alla costante pulizia dei terreni specie quelli adiacenti le reti viarie di trasporto ed i tralicci di BT e MT; nel periodo compreso tra l’1 giugno ed il 15 ottobre 2018 in prossimità di boschi, terreni cespugliati e nei terreni agricoli all’interno dell’intero territorio comunale, il divieto assoluto di accendere fuochi o braci, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma libera o elettrici per tagliare metalli;

L’ordinanza ricorda inoltre che i cittadini residenti e non, che vorranno segnalare al competente ufficio comunale di Protezione Civile eventuali inadempienze o situazioni di potenziale pericolo derivanti dall’incuria e dall’abbandono dei terreni, potranno compilare un apposito modulo reperibile sul sito istituzionale del Comune di Messina oppure all’ufficio comunale di Protezione Civile

 

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su