Home / Politica / Comune / Messina, De Luca vs Bramanti-Saitta: inciucio?
Messina, De Luca vs Bramanti-Saitta: inciucio?

Messina, De Luca vs Bramanti-Saitta: inciucio?

Domenica da piena campagna elettorale, quella odierna. L’ennesima puntata di questa fiction, la propaganda in itinere dei candidati politici.

L’On.ARS, Cateno De Luca (candidato Sindaco di ME) ha, quest’oggi, diramato una nota in cui si legge: “L’ex city manager del Comune, Emilio Fragale, ha proposto oggi, senza vergogna, l’inciucio, da noi sgamato da tempo, tra Bramanti e Saitta.”

“Avendo profonda conoscenza – prosegue – tanto del Centrodestra che del Centrosinistra, che […] sono a Messina due facce della stessa medaglia, suggerisce ora l’inciucio tra Bramanti e Saitta per l’inevitabile ballottaggio dal quale Saitta dovrebbe evidentemente restare escluso.”

“Che dire? […] Per la casta – dice – un candidato vale l’altro, fanno entrambi parte del sistema, temono solo la mia presenza al ballottaggio.”

Segue la nota di Fragale: “Ringrazio l’On.De Luca per l’attenzione che mi dedica. […] Probabilmente non sa che non faccio parte né di segreteria politica né di segreteria tecnica (che by-passo a pie’ sospinto) del candidato Sindaco Prof.Bramanti di cui non posso essere mentore, ispiratore, suggeritore per la semplice circostanza che non ho mai avuto il piacere di scambiare una sola conversazione con lo stesso. […] Non espongo mai niente e alcuno se non il mio sguardo.”

La replica di Cateno De Luca: “Ancora una volta il buon Fragale – si – mostra […] persona […] invidiosa anche del guadagno che proviene del duro lavoro e non dalla politica come nel mio caso. Avevo omesso lo sgradevole episodio […] – del – rifiuto del buon Fragale a stringere la mia mano in occasione di un convegno dove entrambi eravamo relatori.”

“Un vero uomo, degno di rappresentare le Istituzioni, – addita – non dovrebbe mai far prevalere il proprio egoismo ed il proprio animo avvelenato quando rappresenta le Istituzioni nelle varie forme pubbliche. Anche questa occasione è stata utile per far comprendere ai messinesi quali sono i personaggi che devono essere tenuti lontani dalle Istituzioni, perché rappresentano un vero e proprio pericolo per la pubblica incolumità.”

Non manca di intervenire Dino Bramanti: “Premesso che le dichiarazioni rilasciate in mattinata dal dott.Emilio Fragale sono frutto di un’interpretazione evidentemente soggettiva. […] È l’ennesima trovata cialtronesca, destituita di qualsiasi fondamento, di cui si è reso protagonista il deputato regionale che aspira a guidare la città di Messina.”

“Anche oggi i messinesi sono costretti – spiega – a sorbirsi l’ennesimo, delirante comunicato stampa firmato da Cateno De Luca […] che fa riferimento a un non meglio precisato “inciucio” tra il sottoscritto e il candidato del centrosinistra, Antonio Saitta, prosegue nella sua strategia della “suggestione”, una linea d’azione che rasenta il pittoresco e che fa emergere l’ossessione spregiudicata di un candidato privo di argomentazioni serie e per questo costretto, puntualmente, a ripiegare su forme di becero complottismo e a fare leva su versioni fantascientifiche delle dinamiche politiche.”

“Quanto detto prescinde dalla competizione elettorale: – prosegue – il problema è ben più ampio, perché soggetti politici […] ogni giorno spinti dall’ossessione del potere, riescono puntualmente a trasformare la nobile sfera della politica in un teatrino di bassa lega […].

Non sappiamo come andrà a finire, ci auguriamo che qualunque sarà il risultato di questa tornata elettorale, alla città di Messina giunga il meno peggio.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su