Home / Cronaca / Polizia: controllate due paninoteche del centro, condizioni igieniche pessime
Polizia: controllate due paninoteche del centro, condizioni igieniche pessime

Polizia: controllate due paninoteche del centro, condizioni igieniche pessime

Quartieri sicuri anche questa settimana ha messo in campo un piano d’azione ricco e variegato finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati. Ed anche stavolta preziosa è risultata la collaborazione del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, della Sezione Annona della Polizia Municipale e del personale A.S.P Ufficio Sian.

Da diversi mesi a questa parte, infatti, la lente d’ingrandimento è puntata, tra le altre cose, sugli esercizi pubblici specializzati nella somministrazione di alimenti.

E nei giorni scorsi, in particolare, le numerose violazioni, sia amministrative che sanitarie riscontrate, hanno portato a sanzioni per un totale di 17mila euro.

Una paninoteca Kebab versava in condizioni igieniche preoccupanti tanto da rendere necessaria la chiusura dell’attività. Al di là delle irregolarità concernenti l’occupazione del suolo pubblico, la mancanza della carta ingredienti al banco e la licenza di somministrazione, relativamente alle quali ulteriori accertamenti saranno esperiti, ciò che allarmava gli operatori erano le precarie e malsane condizioni sanitarie.

Strutture destinate agli alimenti sporche, non sottoposte ad alcuna manutenzione, prive di sistema di aerazione, promiscuità tra materie prime e prodotti detergenti, rifiuti posti in contenitori non chiudibili, evidente carenza di condizioni igieniche adeguate da parte del personale, deposito di materiali estranei all’attività svolta, mancanza di esche di monitoraggio infestanti, presenza massiccia di scarafaggi.

Anche un’altra paninoteca del centro cittadino è stata sottoposta a controllo con esiti meno allarmanti della precedente. Ed infatti ferma restando la violazione di tipo amministrativo relativa all’occupazione del suolo pubblico, sotto il profilo igienico sanitario si riscontravano la mancanza della dia sanitaria, dell’aggiornamento del piano autocontrollo HACCP e della formazione del personale.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su