Home / Politica / Comune / De Luca: “io sono l’anticasta”. Doppietta di appuntamenti per Bramanti, il primo oggi a Piazza Cairoli
De Luca: “io sono l’anticasta”. Doppietta di appuntamenti per Bramanti, il primo oggi a Piazza Cairoli

De Luca: “io sono l’anticasta”. Doppietta di appuntamenti per Bramanti, il primo oggi a Piazza Cairoli

Liberare Messina” – ripete più volte il civico De Luca dal suo cubo bianco, “cassettomunito”, in una Piazza Duomo gremita e acclamante; tantissimi i sostenitori del politico, che tra 2 settimane andrà al ballottaggio con l’altro candidato sindaco, Bramanti.

Molti cori, tanti applausi a sostegno di un De Luca concitato, che si inframezzano alle sue parole e, talvolta, sovrastandole.

“Come dobbiamo fare? – prosegue – Se voi mi garantite che sarete nostri amplificatori, che sarete veramente, ognuno di voi, un ingranaggio della catena della libertà, allora si va avanti!”.

Un colpo di scena caratterizza la serata. In piazza, , ad un tratto, giunge voce che la diretta RTP è stata sospesa. Appresa la notizia, l’ex Onorevole ARS, in tilt, si lascia scappare qualche parola di troppo, scusandosi successivamente: “chiedo scusa se ho esagerato” – dice.

Placidino, […]. – esclama De Luca – Ti dò questi appuntamenti, così ci organizziamo per bene. Martedì, 21:30, a Piazza Cairoli. Ti dò un’alternativa, un altro appuntamento: mercoledì, ore 21:30, a Piazza del Popolo, dove io chiuderò la campagna elettorale.”

Ribellarsi ai vecchi e ai nuovi padroni della città. – incita – Questo è fondamentale! Abbiamo smentito i politologi da bar; giornalisti al servizio degli onorevoli e tanto altro ancora abbiamo fatto. Li abbiamo massacrati, massacrati senza discussioni!

“Moralmente io, noi abbiamo vinto! – esclama – Ma ora deve vincere la città, ora deve vincere Messina. Il 24 giugno ci vuole l’affermazione definitiva.”

Io non ho mai pensato, per un solo secondo, di ritirarmi, – dice, smentendo la notizia diffusasi in giornata – ecco perché non ho accettato il massacro mediatico a cui sono stato sottoposto stamattina, ma avevo bisogno di sapere se la città, nel quadro che si è presentato, aveva voglia di andare avanti.” Immediata la risposta della folla presente: “noi vogliamo andare avanti con te!”

Avete una grande possibilità: – spiega – un candidato, che il sindaco lo sa fare e lo ha dimostrato. […] Solidarietà agli amici 5 Stelle, io sono anche il vostro sindaco!”

Messinesi divisi in due, una cittadinanza in parte sospesa su ciò che sarà. Attesa, delusione, incertezza aleggiano su una città pregna di aspettativale e ricca di potenzialità. A breve, i giochi saranno fatti e la situazione, che ora appare tanto oscura, si delineerà.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su