Home / Sport / Ciclismo / Il 27 luglio 2014 Nibali e Messina al centro del mondo
Il 27 luglio 2014 Nibali e Messina al centro del mondo

Il 27 luglio 2014 Nibali e Messina al centro del mondo

Una data da scrivere in neretto per la Città di Messina. Quel 27 luglio 2014 passerà alla storia della Citta del Stretto per la vittoria al Tour de France di Vincenzo Nibali. Un italiano di nuovo sul gradino più alto del podio di Parigi, dopo Marco Pantani nel 1998. Lo Squalo dello Stretto ottenne quel successo grazie a quattro perle fantastiche, ottenute con indosso la maglia tricolore di Campione d’Italia, conquistata qualche settimana prima in Trentino.

Il primo squillo di quel Tour arrivò nella seconda tappa, a Sheffield. Vincenzo staccò tutti nell’ultimo strappo in salita. Arrivo solitario e maglia gialla, la prima nella luminosa carriera del fuoriclasse messinese. Il simbolo del primato verrà rafforzato nella quinta tappa: la frazione si corre per lunghi tratti sul pavè della Parigi Roubaix. Nibali sfodera una prestazione maiuscola, staccando tutti i suoi rivali diretti: Froome, il grande favorito della vigilia è costretto al ritiro, mentre Contador sul traguardo di Arenberg Porte du Hainaut accusa un pesante ritardo. Maglia gialla consolitata e la consapevolezza di essere sulla strada giusta per la vittoria di quella 101esima edizione del Tour. Perde solo per un giorno la maglia gialla, al termine della nona tappa, a favore di Tony Gallopin. La vittoria nella tappa numero 10 riconsegna la maglia gialla sulle spalle di Nibali. Inizia una marcia trionfale sino a Parigi, con altri due successi parziali, nella tredicesima (arrivo a Chamrousse) e nella diciottesima, con arrivo a Hautacam.

L’arrivo di Parigi è un’apoteosi. Nibali diventa il settimo italiano a vincere la Grande Boucle, surclassando gli avversari: secondo è Jean-Christophe Péraud a 7’39” e terzo Thibaut Pinot a 8’15”.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su