Home / Sport / Ciclismo / Riaperto il velodromo di Noto: punto di riferimento per lo sport siciliano
Riaperto il velodromo di Noto: punto di riferimento per lo sport siciliano

Riaperto il velodromo di Noto: punto di riferimento per lo sport siciliano

Un punto di riferimento per tutti gli sportivi siciliani, anche di quelli messinesi, in particolar modo per tutti quei frequentatori di discipline come il ciclismo e il pattinaggio di velocità. Il rinnovato velodromo di Noto ha aperto i battenti con la cerimonia di inaugurazione tenuta nelle giornata di giovedi 2 agosto, alla presenza di molte autorià civili, sportive e religiose. A fare gli onori di casa il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti. C’erano pure i parenti di Paolo Pilone, compianto ciclista netino a cui lo spazio è dedicato. Ospite d’onore il Ct della Nazionale italiana di ciclismo, Davide Cassani.

Moltissima gente ad assistere al primo giorno di vità ufficiale del nuovo impianto, nato dalle ceneri di quello già esistente, ma ormai vecchio e malandato velodromo. Una struttura davvero polivalente, capce di ospitare non solo gare di ciclismo, ma anche pattinaggio di velocità, calcio, podismo e handbike.

Un lavoro davvero fatto bene. In cantiere ci sono già le prime manifestazioni, come il campionato giovanile di ciclismo su pista del 2019. Il comitato provinciale FCI Siracusa ha mandato la propria candidatura alla Federazione Ciclistica Italiana. Nel breve spazio di qualche mese questa dovrà essere vagliata ed eventualmente approvata. Sarebbe un importante punto di partenza per futuri appuntamenti di maggiore rilevanza.

Velodromo a MessinaIl velodromo dovrebbe nascere nell'area ex Sanderson

Bozza di progetto del velodromo nell’area ex Sanderson

Il velodromo è uno spazio dove poter effetturare attività sportive in ambiente sicuro e lontano dal traffico cittadino. A Messina già da tempo si è avanzata la proposta di progetto e realizzazione di un impianto simile. L’area preposta sarebbe quella dell’ex Sanderson di Tremestieri. Per adesso, nonostante gli sforzi del comitato promotore, nessuno tra gli amministratori si è fatto avanti per caldeggiare questa iniziativa. Peccato!

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su