Home / Società / Messina, nuova casa dello studente: sarà costruita dalla ditta che ristrutturò la scuola di Amatrice
Messina, nuova casa dello studente: sarà costruita dalla ditta che ristrutturò la scuola di Amatrice

Messina, nuova casa dello studente: sarà costruita dalla ditta che ristrutturò la scuola di Amatrice

Sono stati consegnati i lavori per la realizzazione di una nuova Casa dello Studente, che saranno diretti dall’Unità speciale dei Servizi Tecnici dell’Ateneo. La gara era stato bandita nel 2014, ma è stato prima necessario risolvere una querelle burocratica.

L’area, di appartenenza dell’Università di Messina, si estende per 870 mq, in posizione adiacente al Policlinico “G.Martino”. In 730 giorni, questo il tempo stimato, l’opera dovrebbe essere completata.

Il costo dell’opera ammonta a poco più di 3 milioni, arredi esclusi. Gli importi erano stati stanziati dal CIPE, nel 2011.

L’appalto è stato assegnato alla ditta “Consorzio Valori s.c.a.r.l.” di Roma, la stessa che ristrutturò la scuola di Amatrice, poi distrutta dal terremoto e la stessa che vinse l’appalto per costruire l’Esposizione Universale dell’Expo.

Secondo il progetto, redatto dai tecnici dell’Istituto Autonomo Case Popolari (IACP) di Messina, nel rispetto di un’apposita convenzione, stipulata con l’Università, l’edificio avrà 5 piani fuori terra.

I primi due (Piano sottostrada e Piano Terra) avranno funzioni di servizio ed i rimanenti 3 piani (Piani Primo, Secondo e Terzo) saranno vere e proprie residenze, secondo il modello “ad albergo”.

Saranno costruite 42 camere singole e in aggiunta: portineria, locali di ingresso, amministrazione, Internet Point, sala riunioni, sala TV, sale studio, caffetteria, palestra e servizi di supporto.

Ogni camera avrà un posto letto con posto studio e un servizio igienico individuale; sarà dotata di illuminazione e di aerazione diretta.

Nel rispetto delle norme in materia di abbattimento delle barriere architettoniche, 2 camere con bagno individuale saranno adeguate alle esigenze degli studenti con disabilità fisiche.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su