Home / Società / Economia / Messina, il futuro della “Galleria INPS”: impedire l’abbandono del patrimonio immobiliare da reddito
Messina, il futuro della “Galleria INPS”: impedire l’abbandono del patrimonio immobiliare da reddito

Messina, il futuro della “Galleria INPS”: impedire l’abbandono del patrimonio immobiliare da reddito

Una sinergia istituzionale è iniziata tra I.N.P.S. di Messina, Ispettorato Territoriale del Lavoro di Messina e Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Messina.

Lo scopo è impedire l’abbandono e l’accantonamento del patrimonio immobiliare da reddito, avviato dall’Istituto di Previdenza, riguardante una porzione dell’isolato 318.

Il tavolo, che si è tenuto per pianificare gli elementi base per un lavoro organizzato, ha visto coinvolti i rappresentanti delle suddette istituzioni, nello specifico: il direttore I.N.P.S. di Messina Marcello Mastrojeni e il dott.Vincenzo Floccari (Dirigente dell’Area prestazioni e servizi dell’Istituto di previdenza); l’ing.Gaetano Sciacca (Dirigente dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Messina); gli architetti Giuseppe Falzea (Presidente dell’Ordine Architetti di Messina) e Michele Palamara (Vicepresidente del medesimo Ordine); l’arch.Valentina Marchetta (Consigliere della Fondazione Architetti nel Mediterraneo).

L’incontro è stato propedeutico alla prossima Conferenza dei Servizi in cui saranno firmati gli accordi tra le parti che prevedono: “la possibilità di locazione dei 2.600 mq circa dell’immobile, – comunica Michele Palamara, Vice Presidente con delega alla Comunicazione – che costutisce anche un notevole risparmio economico, rispetto alle attuali spese sostenute, con la previsione di una periodica apertura al pubblico per visite guidate; la riqualificazione della “Galleria I.N.P.S.”.

Quest’ultima, a causa delle condizioni di degrado in cui versa da decenni, ha entrambi gli ingressi chiusi da robusti cancelli. Rirornerebbe ad essere percorribile e diventare un altro luogo vivo per eventi culturali, grazie a fondi regionali specifici per il recupero degli immobili storici e con il progetto dell’Ordine Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Messina.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su