Home / Cronaca / Giornata regionale per celebrare la famiglia tradizionale: la proposta di legge depositata dall’onorevole Catalfamo
Giornata regionale per celebrare la famiglia tradizionale: la proposta di legge depositata dall’onorevole Catalfamo

Giornata regionale per celebrare la famiglia tradizionale: la proposta di legge depositata dall’onorevole Catalfamo

Madre, padre e figli, questa è la famiglia tradizionale e costituisce le fondamenta della nostra società e della nostra cultura, a loro va intitolata una giornata.” Con questa apertura il deputato regionale Antonio Catalfamo annuncia di aver depositato un disegno di legge che istituisce la giornata regionale per la famiglia tradizionale.

Ormai si celebra ogni tipo di costume, spesso non è detto che sia utile alla crescita morale della nostra società che resta cristiana. La stragrande maggioranza di famiglie in Sicilia e in Italia è composta da uomo e donna ed è a loro che devono andare le nostre forme di tutela e di riconoscimento. Nella legge abbiamo chiarito che la famiglia tradizionale non è necessariamente quella unita da rito religioso di qualunque fede ma anche la convivenza certificata formalmente o meno. Oggi c’è chi non può permettersi di celebrare un matrimonio – ha dichiarato il deputato barcellonese – e anche per questo una giornata dedicata è occasione per parlare di forme di sostegno in tal senso alle giovani coppie“, continua il Capo Gruppo di Fratelli d’Italia.

La giornata regionale si dovrebbe tenere ogni 15 settembre, specifica Catalfamo: “Una data che sarà un omaggio alla visita del Papa a Palermo, il prossimo 15 settembre. Papa Francesco ha più volte ricordato l’importanza nella nostra società della famiglia, una importanza ribadita nei suoi recenti Angelus. Non dobbiamo perdere di vista che la nostra è una terra che poggia le sue fondamneta sulla tradizione e l’equilibrio tra uomo e donna. Anche per questo riteniamo, invece di parlare solo di crocifissi fuori dalle scuole, di dover insistere sull’argomento proponendolo nelle scuole siciliane. La nostra sarà la prima Regione d’Italia a riconoscere il valore culturale della famiglia tradizionale.”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su