Home / Cultura / Arte e Libri / Saponara: oggi, inaugurazione “ArtÈDonna, Pittura, Poesia e…”
Saponara: oggi, inaugurazione “ArtÈDonna, Pittura, Poesia e…”

Saponara: oggi, inaugurazione “ArtÈDonna, Pittura, Poesia e…”

Verrà inaugurata, oggi, alle ore 18, presso la Biblioteca comunale di Saponara, la mostra ArtÈDonna. L’evento, organizzato da UNPLI Messina, in collaborazione con la locale Pro Loco Saponaria, avrà inizio con un piccolo spazio di presentazione.

Direttore Artistico dell’importante evento è la pittrice e poetessa Nunzia Giaimis, Vicepresidente della Pro Loco “Nomos di Manno” di Barcellona Pozzo di Gotto. Il progetto “ArtÈDonna” è stato sposato dal duo Giacobello/Giaimis ed è giunto alla sua quarta tappa dopo l’esordio nel Castello di Spadafora, la successiva esposizione presso il Castello di Montalbano Elicona e la recente mostra svoltasi al Museo di Novara di Sicilia.

All’inaugurazione interverranno per la Pro Loco di Saponara il Presidente Giuseppe Barbera Campagna, per l’Unpli Messina il Presidente Santi Gentile ed il suo vice Piero Giacobello, per la Pro Loco “Nomos di Manno” Nunzia Giaimis, per l’Amministrazione comunale il Sindaco Fabio Vinci.

Cinque saranno le pittrici presenti Saponara: Nunzia Giaimis che presenterà i suoi eterogenei dipinti che trasudano forti sensazioni; Loredana Aimi paesaggista che renderà omaggio ad antichi borghi e alla bellezza della natura; Daniela Gitto che farà del colore il suo segno distintivo; Francesca Perina che rappresenterà il concetto dell’arte al femminile, che è poi il senso più profondo di questo evento; il nuovo ingresso Cristina Santangelo che presenterà per la prima volta sotto il simbolo “ArtÈDonna” i suoi propri lavori. Unica scultrice Giuseppina Leggio che esporrà le proprie “pietre che parlano” oltre ad alcuni dipinti. Previsto un recital di poesia a cura delle poetesse Nunzia Giaimis e Loredana Aimi.

Come avvenuto nelle precedenti tappe, anche nella Biblioteca Comunale di Saponara sarà presente un banchetto informativo sulla Fibromialgia, malattia rara per troppo tempo sottovalutata; si potranno ritirare “depliant informativi” e firmare la petizione che mira al definitivo riconoscimento della stessa.
La mostra resterà aperta al pubblico dal 29 settembre al 14 Ottobre dalle ore 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su