Home / Politica / Comune / Il consigliere Rizzo (LiberaME) a De Luca: “Chiuda con la campagna elettorale ed apra al confronto”
Il consigliere Rizzo (LiberaME) a De Luca: “Chiuda con la campagna elettorale ed apra al confronto”

Il consigliere Rizzo (LiberaME) a De Luca: “Chiuda con la campagna elettorale ed apra al confronto”

Dopo il comizio di ieri in cui il sindaco Cateno De Luca ha sviscerato, davanti ad una Piazza Unione Europea affollata di gente, una serie di dati riguardanti lo stato di salute della macchina amministrativa cittadina (leggi qui per i dettagli), arriva oggi la replica da parte di Massimo Rizzo, consigliere comunale di LiberaMe.

Il Sindaco chiuda definitivamente la campagna elettorale ed apra una volta per tutte la fase del confronto”, si legge nella nota rilasciata dal consigliere.

Secondo Rizzo infatti ad oggi non si sarebbe ancora aperto un vero contraddittorio tra il sindaco ed un Consiglio che viene definito “maturo e pronto alla sfida sulle tempistiche” oltre che “in attesa di poter essere messo in condizione di iniziare una nuova fase di rilancio della comunità”.

Attesa che, stando alla nota, deriverebbe da una sostanziale estraneità dei consiglieri rispetto ai documenti alla base dei dati riportati ieri da De Luca e dei quali Rizzo chiede la condivisione, specificando come il Consiglio sia pronto ad esaminarli in maniera approfondita, rapida ma allo stesso tempo rigida.

Quello che serve, prosegue il consigliere di LiberaMe, è “Un contraddittorio vero, che vada oltre le rispettive posizioni politiche ed avvii un dibattito serio sulla reale situazione finanziaria del Comune e delle sue partecipate. Lo stato dei conti rappresenta la madre di tutte le questioni, e va risolutamente affrontata con competenza e serietà”.

Dunque un invito affinché “Si chiuda la fase degli attacchi e si lanci un patto per Messina, sottoscritto dall’Amministrazione e da quei consiglieri che hanno a cuore le sorti della città”.

Il primo cittadino smetta di agitare lo spettro delle dimissioni – conclude – ingenerose per quei consiglieri che hanno già dimostrato di sapere lavorare per l’interesse collettivo e soprattutto per Messina che non merita una nuova e drammatica fase di commissariamento”.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su