Home / Società / Ecosistema Scuola 2018: Messina occupa l’ultimo posto nella qualità di servizi e strutture
Ecosistema Scuola 2018: Messina occupa l’ultimo posto nella qualità di servizi e strutture

Ecosistema Scuola 2018: Messina occupa l’ultimo posto nella qualità di servizi e strutture

Ecosistema Scuola 2018, alla sua 19esima edizione, sulla qualità dell’edilizia scolastica, mostra ancora un netto divario tra nord e sud del nostro Paese.

Ogni anno Legambiente analizza la qualità dell’edilizia scolastica, delle strutture e dei servizi nei comuni capoluogo di provincia, valorizzando le scuole che investono in sicurezza e salubrità degli edifici, nell’innovazione in campo energetico e costruttivo, in servizi e mense scolastiche di qualità.

Scuole a norma, innovative e con certificazioni, sottoposte a costante monitoraggio e manutenzione, dominano al nord e al centro, a fronte di un sud più svantaggiato con alla base problematiche strutturali difficili da eliminare.

Il rapporto è stato presentato in data 18 Ottobre 2018 a Napoli, durante il primo forum ecologista sui processi e strumenti riguardanti il mondo scolastico.

Nella graduatoria nazionale, Ecosistema Scuola 2018 posiziona Messina all’ultimo posto della classifica Nazionale. L’indagine è stata effettuata su un campione di 83 capoluoghi di provincia della Penisola Italiana.
Messina occupa l’ultimo posto, con i suoi 22,39 punti percentuali.

Nella graduatoria completa dei capoluoghi di provincia siciliana:

RAGUSA occupa il 48º posto con il 52,04%
CALTANISETTA occupa il 51º posto con il 49,90%
CATANIA occupa il 53º posto con il 49,82%
TRAPANI occupa il 65º con il 39,03%
AGRIGENTO occupa il 68º posto con il 35,44%
SIRACUSA occupa il 78º posto con il 28,42
PALERMO occupa l’80º posto con il 26,43%
MESSINA occupa l’83oº posto con il 22,39%

In sintesi, in base all’analisi di Legambiente, la Sicilia investe poco nell’edilizia scolastica – eccetto la zona di Ragusa – ed è sprovvista di certificazioni di sicurezza.

Dai risultati dell’indagine è emerso che, la sostenibilità energetica, raccolta differenziata servizi offerti – scuolabus, mense scolastiche – lasciano molto a desiderare, a danno di operatori e studenti che trascorrono il maggior numero di ore giornaliere in ambiente scolastico.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su