Home / Cultura / Halloween: storia e significato della “zucca illuminata”
Halloween: storia e significato della “zucca illuminata”

Halloween: storia e significato della “zucca illuminata”

Streghe, zombie, mostri e zucche… questo viene in mente quando pensiamo alla festa di Halloween. Originaria dell’Irlanda e, in particolar modo, della dominazione celtica, la festa ha una tradizione antichissima.

Adottata e resa famosa dagli Stati Uniti, si è diffusa, successivamente, in numerosi Paesi. Negli ultimi anni la ricorrenza di festeggiare Halloween è arrivata anche nel nostro Paese. Sono sempre più numerosi i giovani che, la notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre, assumono le sembianze da streghe, fantasmi e macabre maschere.

Da dove deriva la parola Halloween? Di origine anglosassone, secondo gli studiosi il termine deriva, probabilmente, dalla forma contratta di All Hallows’ Eve, in cui Hallow, in inglese arcaico, significherebbe “Santo”. La festa, quindi, sarebbe la vigilia di tutti i Santi. Il simbolo universale di Halloween è la zucca svuotata e intagliata, in cui si inserisce una candela e la si pone come decorazione delle case la notte della festa.

Durante la notte tra il 31 e il 1 novembre i bambini, ma spesso anche gli adulti, girano di casa in casa mascherati da creature mostruose per il famoso rito del “dolcetto o scherzetto”. I residenti dell’abitazione  potranno allora salvarsi dai terribili scherzi a tinte macabre solo regalando dolcetti ai più piccini.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su