Home / Società / Lavoro / Logistica a bordo delle navi: convegno al Nautico “Caio Duilio” di Messina
Logistica a bordo delle navi: convegno al Nautico “Caio Duilio” di Messina

Logistica a bordo delle navi: convegno al Nautico “Caio Duilio” di Messina

Sala Professori gremita, stamane, all’Istituto Nautico, in occasione del convegno di stamane, svoltosi alla presenza degli studenti delle classi IV e V sezione I. Trattata, nella prima parte, l’intera materia della sicurezza di bordo; nella seconda parte, al centro dell’esposizione il tema della logistica.

“Una continuazione effettiva dell’alternanza scuola-lavoro che i ragazzi vanno a fare nell’arco dell’anno a bordo delle navi, come previsto dal Ministero dell’Istruzione.” – spiega Piero Genovese, Assistente Commissario di bordo, che il convegno lo ha condotto ed organizzato insieme al Prof.Bottari, ingegnere e professore di Logistica.

Nonostante rappresenti un’esperienza unica per gli operatori del settore, il lavoro svolto a bordo delle navi non è semplice, specie se si è membri di un equipaggio.

A bordo operano sub-equipaggi sottoposti al presidio dal Commissario di bordo, figura a capo di una distinta unità operativa alberghiera. La ciurma è specializzata in precisi ambiti e ogni singolo componente ricopre un determinato ruolo.

L’organizzazione all’interno della nave prevede una gerarchia e tra le figure troviamo anche quella dell’Allievo Commissario che oggi, a seguito della rimodulazione dei contratti, viene chiamata Assistente Commissario.

Sono questi alcuni dei temi trattati al Nautico dall’Assistente Commissario Piero Genovese, nell’ambito di un convegno organizzato dalla scuola e dal Prof.Bottari con l’ausilio della Dirigente scolastica, Dott.ssa Maria Schirò.

La Preside ha tenuto a precisare che “Questa nuova professionalità, nella filiera di riferimento, occupa un posto di primaria importanza sia a bordo delle navi sia a terra. Tra l’altro, offre un ampio numero di professioni dove ragazzi possono spendere i loro titoli. Anche nel panorama Nazionale l’esigenza di periti per la logistica è notevole.”

“Abbiamo contatti con istituti tecnici superiori per la mobilità e la logistica – spiega la Dott.Schirò – come quello di Polistena, in Calabria, con il quale vorremmo approfondire i rapporti e consolidarli.”

Agli alunni delle classi 4a I e 5a I sono stati spiegati i principali compiti del Comissario di bordo il quale, oltre a presidiare la reception, è deposto alla tenuta della contabilità dei locali commerciali; alla gestione della documentazione equipaggi per ogni imbarco e sbarco; alla gestione dei buoni lavoro; agli annunci di bordo; alla registrazione carichi e scarichi; alla lavanderia. La sua carriera si articola in 5 fasi.

Importanti la conoscenza delle lingue e le nozioni di sicurezza necessari a far fronte alle emergenze in mare, quali un incendio a bordo, uomo in mare, incaglio ed emergenza generale. A dare il segnale di abbandono nave può essere unicamente il Comandante, detto anche Master.

Per raggiungere la qualifica di Assistenti Commissari indispensabile è il conseguimento del diploma o della laurea ed il possesso dei corsi obbligatori per l’imbarco la cui certificazione si acquisisce mediante i centri di formazione marittimi; imprescindibile l’iscrizione presso l’ufficio “Gente di Mare” in II Categoria come Assistente d’Ufficio.

Giorno 24 novembre il “Caio Duilio” sarà presente al convegno annuale Alis, che si terrà all’Auditorium Parco della Musica, a Roma. Più di 100 studenti della sezione logistica, accompagnati dai loro docenti, vi parteciperanno.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su