Home / Cronaca / Avvocato barcellonese truffa per anni anziana del luogo: arrestato dai Carabinieri
Avvocato barcellonese truffa per anni anziana del luogo: arrestato dai Carabinieri

Avvocato barcellonese truffa per anni anziana del luogo: arrestato dai Carabinieri

All’alba di oggi, nei Comuni di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) e Melito di Porto Salvo (RC), i Carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari a carico di C.S., avvocato cinquantaduenne del foro di Barcellona, ritenuto responsabile di truffa aggravata e tentata estorsione ai danni di una donna anziana, ottantaseienne, e della nipote ventottenne con cui convive.
Il provvedimento restrittivo scaturisce da un’indagine, avviata nell’aprile del 2018, a seguito della querela presentata dall’anziana vittima e dalla nipote, che hanno denunciato di essere oggetto di una truffa ad opera del legale.

Le indagini svolte dai Carabinieri, attraverso l’acquisizione di testimonianze, riscontri documentali ed accertamenti sul traffico telefonico, hanno fatto emergere come C.S., approfittando del rapporto fiduciario ultraventennale con la vittima, le abbia fatto sottoscrivere, nell’anno 2016, una procura per l’incasso in suo favore di due polizze assicurative, accese dalla vittima nel 2001 presso una banca del luogo. L’avvocato era infatti riuscito a far credere alla donna che le avrebbe restituito il denaro del quale, invece, si era impossessato, per un importo complessivo, comprensivo degli interessi maturati, di oltre 15.500 euro.

Negli anni seguenti l’anziana vittima non ha visto restituirsi alcuna somma dal legale, che invece ha continuato ad ingannarla raccontandole di avere investito quelle somme.
Il truffatore, non pago di quanto già ottenuto con l’inganno e continuando ad approfittare del suo ruolo di avvocato, ha peraltro prospettato alla vittima il pagamento di ulteriori spese legali, legate ad una vecchia controversia civile promossa contro il marito deceduto, facendosi consegnare, in più occasioni, somme contanti per un corrispettivo di oltre 800 euro.

Con il trascorrere del tempo, l’anziana donna, sostenuta dalla nipote, ha richiesto ripetutamente all’avvocato la restituzione del denaro che questi diceva di avere investito. Il legale, comprendendo che, grazie all’intervento della giovane, la fiducia che la vittima aveva riposto in lui stava venendo meno, ha minacciato telefonicamente la nipote rivolgendole frasi dal contenuto intimidatorio per costringerla a non intromettersi.

C.S. è stato rintracciato nel comune di Melito Porto Salvo (RC) ed, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione di Barcellona Pozzo di Gotto e sottoposto alla custodia cautelare degli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su