Home / Cronaca / Il freddo è alle porte
Il freddo è alle porte

Il freddo è alle porte

Cari amici,

il Capodanno è stato piuttosto freddo su tutto il comparto nordorientale siculo.

Adesso però un nuovo impulso gelido e perturbato si sta per precipitare sulla nostra regione, e a partire da domani sera 2 gennaio avrà iniziato ad abbracciare il messinese. Esso, pilotato da venti di tramontana, porterà un drastico abbassamento delle temperature che tra il 3 e il 5 gennaio si porteranno sotto i 10 gradi anche di giorno sulla costa, mentre in montagna si scenderà abbondantemente sotto lo zero. Le precipitazioni, inizialmente nevose solo in montagna, diverranno il 4 e 5 gennaio nevose fino a bassissima quota(3-400 m)per poi scendere addirittura più in basso.

Dobbiamo aspettarci la neve sul mare come nel 2014 e nel 2017? Ci sono alcune cose da precisare.

1)Non si tratta di un episodio di Burian dalla Russia ma di un’ondata di freddo molto intensa che giunge dalla Scandinavia.

2)La pressione atmosferica non sarà eccessivamente bassa, dunque l’entità delle precipitazioni dipenderà da come reagirà al mare tiepido al gelo in arrivo. Precipitazioni meno intense significano neve solo in collina e nevicate meno organizzate e durature. E persino la collina, in caso di scarse precipitazioni, rischia di vedere solo fioccate coreografiche, con la neve “vera” relegata a quote montane.

3)Il freddo sarà abbastanza secco secondo i modelli matematici, con precipitazioni solo nelle zone d’Italia sottovento(Puglia e Sicilia settentrionale in primis)

Sicuramente è importante fare attenzione agli spostamenti nelle zone collinari e montane, facendo riferimento agli enti preposti prima di mettersi in viaggio.
E’ mia opinione che possa trattarsi di una classica ondata di freddo di quelle molto frequenti negli anni ’80 e ’90, con la città sfiorata dalla dama e l’intera provincia sopra i 3-500 metri ricoperta da un manto nevoso che dura almeno un paio di giorni al suolo.

Se vi saranno sorprese sulle nostre spiagge, saremo lieti di fotografarle. Ma al momento la sinottica consente solo di prevedere una buona ondata di freddo, piuttosto normale fino a vent’anni fa.

Lascia un commento

Torna su