Home / Politica / AMAM: Acqua h24 in tutta la città, potenziamento sportelli e ripristino fontane
AMAM: Acqua h24 in tutta la città, potenziamento sportelli e ripristino fontane

AMAM: Acqua h24 in tutta la città, potenziamento sportelli e ripristino fontane

Sono diverse le novità relative all’erogazione del servizio idrico cittadino emerse a seguito del colloquio tenutosi ieri tra il sindaco Cateno De Luca ed il nuovo presidente di AMAM, Salvo Puccio.

La più significativa in quanto a impatto sulla qualità della vita degli utenti è certamente il piano di interventi che dovrebbe portare entro 3 anni ad avere acqua corrente 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, in tutta la città.

Attualmente infatti su 86 agglomerati urbani in cui è suddiviso il territorio, per quanto riguarda l’organizzazione del servizio idrico, sono solo 25 a godere del “privilegio” di un’erogazione continua durante tutto l’arco della giornata. Nei restanti 61 l’acqua viene erogata in media 12 ore al giorno.

Adesso, stando a quanto dichiarato dal presidente Puccio, grazie al lavoro svolto nella gestione e programmazione degli interventi sull’impiantistica AMAM, è stato varato un programma che nella sua prima fase consentirà di incrementare del 32% le aree urbane dove si registrerà una servizio di erogazione H24, per poi giungere entro tre anni ad una copertura totale. Ciò senza prescindere da quegli interventi mirati all’individuazione di fonti idriche locali, volti a risolvere l’attuale condizione di dipendenza quasi esclusiva dalle condotte nel catanese, poste a circa 70 km da Messina.

Miracolo? No, semplicemente buona amministrazione ed ottimo management” il commento di De Luca.

Si procede inoltre verso l’assegnazione ad AMAM della gestione della rete acqua bianche, nelle zone in cui puntualmente si verificano allagamenti in occasione di eventi meteorici di medio-alta intensità. Così facendo si avranno interventi immediati sulle caditoie (le “griglie” poste a bordo strada il cui scopo è intercettare le acque che scorrono in superficie, per convogliarle nella rete fognaria pluviale sottostante) e sulla rete di raccolta.

Sempre ad AMAM verrà assegnata la competenza in merito al funzionamento delle fontane cittadine, fino ad oggi pertinenza del Dipartimento di Arredo Urbano, nell’intento di porre fine allo stato di abbandono e degrado in cui la maggior parte di esse versano attualmente. In proposito, dietro concertazione e convenzione con i presidenti di quartiere, sono già stati avviati i lavori di ripristino. Con gli stessi Presidenti sono state inoltre sottoscritte convenzioni per la segnalazione dei guasti nell’ottica di una reciproca collaborazione tra quartieri ed AMAM.

Infine novità anche per quanto riguarda le attività di front office, che verranno adeguate alla reali esigenze degli utenti. In questo senso, ancora una volta grazie alla sinergia con i presidenti di quartiere, verrà aperto uno sportello decentrato presso una sede nell’area sud della città, per poi passare ad una turnazione giornaliera in altre aree. Tutto ciò al fine di risolvere quelle situazioni di disagio che molti cittadini hanno manifestato in tempi recenti.

Alberto Caminiti

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su