Home / Politica / Comune / Messina, una possibile “tariffa ridotta” per i residenti: parla Libero Gioveni
Messina, una possibile “tariffa ridotta” per i residenti: parla Libero Gioveni

Messina, una possibile “tariffa ridotta” per i residenti: parla Libero Gioveni

Una possibile “tariffa ridotta”, per attraversare lo Stretto, dedicata ai passeggeri residenti. Questo il tema su cui si è concentrata la seduta di stamani in Commissione Trasporti, presieduta dal consigliere
della 1^ Commissione, Libero Gioveni. La proposta era stata votata dal Consiglio comunale attraverso un atto di indirizzo rivolto all’Amministrazione.

Presenti al lungo dibattito per Caronte & Tourist Vincenzo Franza, Presidente della società per le isole minori e l’AD dott. Famiani; per Bluferries l’ing. Martorana su delega dell’AD della società, mentre per l’Amministrazione il vicesindaco, Salvatore Mondello.

La riduzione – spiega Gioveninon è contemplata dalle attuali normative e direttive europee perché ritenuta discriminante nei confronti dei residenti di altri territori.

Per i residenti delle isole minori “si deroga a queste norme prosegue – in quanto non godono degli stessi servizi o dell’utilizzo delle numerose strutture presenti invece in una grande regione come la Sicilia.

Caronte & Tourist tuttavia – prosegue il Presidente – si è impegnata ad avviare una serie di iniziative e convenzioni (alcune delle quali già poste in essere) che possano comunque incidere positivamente su una scontistica collegata contestualmente ad altri servizi.”

A tal proposito, – riferisce Gioveni – il vicesindaco ha annunciato la sottoscrizione per il prossimo 15 febbraio di un protocollo di intesa con le Regioni di Sicilia e Calabria e con le città metropolitane di Reggio e Messina al fine di studiare delle misure che agevolino la mobilità interregionale dei cittadini.”

Infine, la Commissione – conclude il consigliere – si è determinata di iniziare un lavoro di valutazione dei criteri e delle categorie di cittadini che possano risultare destinatari di future agevolazioni.”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su