Home / Cultura / Carnevale a Saponara con la sfilata dell’Orso e della Corte Principesca
Carnevale a Saponara con la sfilata dell’Orso e della Corte Principesca

Carnevale a Saponara con la sfilata dell’Orso e della Corte Principesca

Incorniciato tra le colline dei Peloritani, il comune di Saponara è culla di meravigliose leggende e tradizioni popolari. Tra le più famose vi è la celebre Sfilata dell’Orso e della Corte Principesca, una rievocazione storica ultracentenaria, una delle più antiche tradizioni di carnevale della Sicilia, di ispirazione esclusivamente laica, che si svolge ogni anno il martedì grasso.

A conclusione dei festeggiamenti dei Carnevale l’antico borgo storico di Saponara si colora a festa, con le tradizionali sfilate di carri allegorici. Si tratta della pittoresca rievocazione storica della “Sfilata dell’Orso e della Corte Principesca”, che ricorda un evento memorabile i cui confini storici si confondono con il mito.

La Rievocazione Storica” si colloca tra il XVIII e il XIX secolo, anni in cui nel comune Saponara, in provincia di Messina, regnava Domenico Alliata, Principe e Duca di Saponara. Si narra che negli anni in cui regnava il sovrano, “signore del feudo” per le colline del borgo apparve un Orso gigantesco, che, affamato, distrusse i raccolti, decimando mandrie di bestiame, attività importanti per l’economia del tempo, basata prevalentemente sull’agricoltura e sulla pastorizia.

Il principe, percepito il pericolo, ordinò, quindi, la cattura dell’Orso. Acciuffato e addomesticato, il sovrano decise di mostrare l’animale, in catene, a tutti i popolani, per le vie del borgo centro. Alla passeggiata del Principe con l’Orso furono presenti cacciatori, popolani in festa e la Corte Principesca.
Il protagonista principale della scena resta l’orso, domato e guardato a vista dai cacciatori, che, al suono animato delle conchiglie e dei tamburi, ne annunciano il passaggio.

Da oltre due secoli si rinnova a Saponara la tradizione della ballata dell’Orso che coinvolge l’intero centro richiamando centinaia di turisti da tutta la Sicilia. Da allora il principe ordinò anche che ogni martedì grasso venisse organizzata la sfilata per festeggiare l’indimenticabile evento, assumendo caratteri folkloristici e spettacolari. La maschera dell’Orso è da anni ormai interpretata dai componenti maschi di una stessa famiglia, la famiglia Gangemi, che si succedono da padre in figlio, da nonno a nipote.

Il rituale segue un copione ben preciso: durante il percorso l’orso cerca di aggredire alcune donne in maniera fulminea per poi arrampicarsi sui balconi e fare spettacolo. Oltre all’orso ritroviamo altre maschere come i domatori, che hanno il compito di rendere inoffensivo l’animale, i cacciatori, autori della cattura e i suonatori di brogna che insieme ai suonatori di tamburi formano la banda dell’orso. Ad aprire la sfilata un’altra maschera tipica, gli “spazzini-pacchiane” che hanno il compito di spazzare la strada prima del passaggio dell’animale. A chiudere la sfilata l’elegante corte principesca.

Da qualche anno insieme alla consueta sfilata si svolge anche la cerimonia della cattura dell’orso, organizzata qualche giorno prima del martedì grasso. Per l’occasione vengono allestiti degli stand per degustare i piatti tipici del carnevale. La Sfilata dell’Orso e della Corte Principesca si svolgerà anche quest’anno a Saponara, martedì 5 marzo 2019.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su