Home / Politica / Circoscrizioni / Campi da tennis a Villa Dante: gara pubblica per gestione privata
Campi da tennis a Villa Dante: gara pubblica per gestione privata

Campi da tennis a Villa Dante: gara pubblica per gestione privata

Ad affrontare il tema dei campi da tennis di Villa Dante è l’associazione politica “Radici”, recentemente costituitasi a Messina. La questione, che definiscono “a dir poco paradossale“, è scaturita dall’approvazione del Regolamento impianti sportivi.

Grazie ai fondi del Masterplan, – dicono – sono stati ripristinati i campi da tennis sul parcheggio coperto di Villa Dante; una boccata d’ossigeno per tanti amanti della racchetta che, tuttavia, nonostante i lavori siano stati completati da diversi mesi (in piena estate 2018), sono ancora impossibilitati ad usufruire degli impianti.”

I lavori, assegnati alla “Alkantara Costruzioni di Taormina, hanno avuto ad oggetto tre campi regolamentari la cui pavimentazione è stata realizzata con più strati di resine acriliche, ossia mediante l’impiego di un materiale di ultima generazione impiegato ormai ampiamente per i campi da tennis.

Dunque, dopo ben undici anni, le strutture sportive in discorso ritornano a Villa Dante. “I campi da tennis erano stati smantellati nel 2007, – fanno presente – è stato finalmente restituito alla città ed ai tanti sportivi, uno spazio centrale, strategico, che negli anni è stato un luogo particolarmente frequentato.”

Adesso, però, è necessario un ulteriore passaggio: – spiegano – i campi da tennis vanno gestiti e la soluzione secondo la scrivente Associazione, è di procedere ad una gara ad evidenza pubblica al fine di individuare l’operatore privato che dovrà gestire l’impianto di Villa Dante.

In particolare, si ritiene necessario, a questo punto, aspettare l’approvazione da parte del Consiglio Comunale del Regolamento sull’utilizzo e la gestione degli impianti sportivi comunali, regolamento che ha visto i nostri soci fondatori e consiglieri del Comune di Messina (Terza Circoscrizione e Consiglio Comunale), Alessandro Cacciotto e Libero Gioveni protagonisti nella redazione del regolamento stesso.”

La nota tiene a specificare come “Analogo discorso, affidamento delle aree a privati, mediante procedure ad evidenza pubblica, – vada – fatto per l’Arena e la piscina di Villa Dante.”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su