Home / Cultura / A tavola con gusto: “spaghetti con acciughe, mollica e capperi”, piatto antico
A tavola con gusto: “spaghetti con acciughe, mollica e capperi”, piatto antico

A tavola con gusto: “spaghetti con acciughe, mollica e capperi”, piatto antico

La cucina messinese, così come quella siciliana, è legata alle vicende storiche e culturali che l’hanno influenzata nel corso dei secoli. La sua cultura culinaria, infatti, mostra tracce di cucina greca, araba e normanna, rendendola unica nel suo genere.

Oggi vi parleremo di un primo piatto semplice e veloce, tramandato dalle nostre “nonne”, che consiste negli spaghetti conditi con la mollica croccante fatta tostare in buon olio evo, insaporito con peperoncino, aglio, prezzemolo e acciughe.

La soluzione per pranzi e cene veloci senza stravolgere la propria “routine” e che, se si utilizzano prodotti di qualità, rappresenta un vero piacere per i palati più raffinati. Ecco come si prepara.

Ingredienti per 4 persone:
400 g di spaghetti
8 filetti di acciughe
5 cucchiai di pangrattato
capperi piccoli sotto sale
1 spicchio d’aglio
prezzemolo q.b.
8 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Sale q.b.

Preparazione
Fate scaldare in una padella l’olio extravergine d’oliva con uno spicchio d’aglio schiacciato in una padella. Quando l’olio si sarà un pochino scaldato, unite le acciughe e i capperi dissalati e lasciate che le acciughe si sciolgano ed i capperi rilascino il loro sapore. Aggiungete del prezzemolo tritato a piacere.
In una piccola padella, tostate il pangrattato in 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva fino a che si dori; insaporitelo con un pizzico di sale. Potete utilizzare del pangrattato fatto in casa purchè non sia stato grattato troppo finemente.
Lessate gli spaghetti al dente in abbondante acqua salata, scolateli e conditeli con il sugo direttamente in padella. Alla ricetta si può aggiungere del Peperoncino, che si sposa benissimo con gli altri ingredienti, delle olive nere.
Gli spaghetti acciughe, molliche e capperi sono pronti per essere serviti a tavola, per la gioia dei vostri commensali.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su