Home / Società / “Unime Differenzia”: varato programma per raccolta differenziata anche dentro l’Università
“Unime Differenzia”: varato programma per raccolta differenziata anche dentro l’Università

“Unime Differenzia”: varato programma per raccolta differenziata anche dentro l’Università

Nell mattinata odierna si è svolta, presso Sala Senato dell’Ateneo, la conferenza stampa di presentazione del progetto “Unime Differenzia“, in sinergia con il Comune di Messina e nell’ambito del protocollo d’intesa siglato con Messina Servizi Bene Comune.
All’incontro hanno preso parte il Rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea, il Direttore generale, prof. Francesco Bonanno, l’Assessore all’Ambiente del Comune di Messina, Dafne Musolino e l’Arch. Giuseppe Lombardo, Presidente Messina Servizi Bene Comune.

Le prime Strutture scelte come apripista per il nuovo percorso di qualificazione ambientale, al via dall’1 aprile, sono quelle del Plesso centrale e di quelle allocate presso Palazzo Mariani. Sono già stati calendarizzati i vari interventi volti ad estendere la raccolta differenziata a tutte le altre sedi universitarie.

Il Rettore Cuzzocrea ha spiegato che l’idea per un progetto di raccolta differenziata sia nata da una chiacchierata con l’Assessore Musolino e come questo non voglia significare solamente che due istituzioni stanno dialogando su un tema così importante, ma rappresentare anche un’occasione per dimostrare la sensibilità degli studenti.

Amo molto l’hinterland catanese – ha aggiunto Cuzzocrea – dove la raccolta differenziata è pressoché totale e anche Messina può riuscirci. L’Università ha il compito di inculcare la cultura delle buone pratiche ed il senso civico necessario per guardare positivamente al futuro“.

Come specificato dall’assessore Musolino, il progetto è stato sviluppato da Messina Servizi che si sta sempre più specializzando sull’argomento. “Le Città Metropolitane – ha aggiunto – incontrano delle difficoltà nel tentativo di imprimere nella popolazione il corretto senso civico, ma in alcune zone della nostra città la percentuale di raccolta differenziata ha raggiunto il 22%. L’obiettivo è quello di estendere il servizio in tutto il territorio e il progetto dell’Università ci aiuta in questo processo di crescita“.

In chiusura l’intervento di Giuseppe Lombardo, Presidente Messina Servizi Bene Comune, il quale ha dichiarato l’intento da parte della sua azienda di garantire un servizio di raccolta differenziata porta a porta integrale in tutta la città, da raggiungere anche grazie al sostegno delle istituzioni.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su