Home / Politica / Conversione Ospedale Regina Margherita in Cittadella della Cultura: CittadinanzAttiva dice NO
Conversione Ospedale Regina Margherita in Cittadella della Cultura: CittadinanzAttiva dice NO

Conversione Ospedale Regina Margherita in Cittadella della Cultura: CittadinanzAttiva dice NO

La sezione messinese dell’organizzazione CittadinanzAttiva, attiva in tutto il paese nel promuovere l’attivismo dei cittadini perla tutela dei diritti, la cura dei beni comunied il sostegno alle persone in condizioni di debolezza, ha inviato al Presidente della Regione una lettera in merito al progetto di trasformazione dell’ex Ospedale Regina Margherita in “Cittadella della Cultura”.

Tale nuova destinazione d’uso è stata infatti determinata a seguito dell’approvazione da parte dell’Assemblea Regionale Siciliana della legge n. 24, del 9 ottobre 2015 la quale stabiliva che: “Ai fini della salvaguardia, della tutela e del recupero dell’immobile sede dell’ex Ospedale Regina Margherita di Messina, l’Assessore regionale per i beni culturali e l’identità siciliana è autorizzato a disporre del bene per la realizzazione della Cittadella della cultura”.

Ciò, secondo CittadinanzAttiva Messina, in spregio di una serie di vincoli legali derivanti, tra le altre, dalla legge istitutiva del Servizio sanitario nazionale in base ai quali: “I beni mobili e immobili che le unità sanitarie locali, le aziende ospedaliere e gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico utilizzano per il perseguimento dei loro fini istituzionali costituiscono patrimonio indisponibile degli stessi, soggetti alla disciplina dell’articolo 828 Codice civile”.

In attuazione di tale normativa la proprietà dell’immobile in questione è stata attribuita, in esclusiva, all’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, come CittadinanzAttiva ha avuto modo di certificare a seguito della visura catastale effettuata lo scorso 20 marzo, presso l’Agenzia delle Entrate.

Pertanto, l’Organizzazione, nella convinzione che si sia operato illegittimamente nel ridestinare gli immobili dell’Ospedale a “Cittadella della Cultura”, ha reso noto che si opporrà in tutte le sedi contro tale destinazione, “Non per difendere sterili principi”, ma perché, in assenza degli investimenti e degli interventi di trasformazione promessi in passato e mai iniziati, vuole portare avanti la proposta di riprendere il progetto che prevedeva la riconversione dell’ex P.O. “Regina Margherita” in ospedale di riabilitazione, anche utilizzando lo strumento del “project financing”.

In tal modo – si legge nel comunicato dei CittadinanzAttiva – si salverebbe la funzione istituzionale del plesso ospedaliero e si darebbe un utile servizio sanitario alla popolazione di una vasta area geografica, producendo anche positive ricadute occupazionali. A fronte della cortina di silenzio che è calata sull’effettivo utilizzo dell’ex Ospedale Margherita, CittadinzAttiva chiede che siano i cittadini a decidere della sorte di tale struttura”.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su