Home / Cronaca / Maxi truffa all’INPS: assunti circa 300 finti dipendenti
Maxi truffa all’INPS: assunti circa 300 finti dipendenti

Maxi truffa all’INPS: assunti circa 300 finti dipendenti

Venivano prodotte false attestazioni di lavoro subordinato con cui si facevano risultare in servizio circa trecento dipendenti.

Erogati ai lavoratori fantasma circa 3 milioni di euro; dal canto suo, il datore di lavoro otteneva sconto sulle tasse.

L’uomo compensava con finti crediti altre imposte, per una somma di un milione e trecento euro circa, poi recuperata perché sottoposta dal GIP a sequestro preventivo.

A scoprirlo la Guardia di Finanza, che ha notificato all’imprenditore agricolo C.R. un avviso di conclusioni di indagini preliminari, precedentemente emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, nei confronti di C.R., imprenditore agricolo.

Truffatore smascherato grazie a controlli incrociati e con l’analisi di innumerevoli dati compiuti dalle Fiamme Gialle e danno erariale segnalato all’ente pagatore ed alla Corte dei Conti.

L’uomo è stato denunciato per il reati di truffa aggravata ai danni dello Stato indebite compensazioni di crediti inesistenti e dichiarazione infedele.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su