Home / Politica / #duemilioninmeno contro l’obbligo vaccinale alle Europee 2019
#duemilioninmeno contro l’obbligo vaccinale alle Europee 2019

#duemilioninmeno contro l’obbligo vaccinale alle Europee 2019

Grande successo per la campagna #duemilionimeno – 2MM #votoflessibile – contro l’obbligo vaccinale. Due milioni di elettori hanno aderito mediante l’astensione, l’annullamento o il rifiuto della scheda elettorale, in particolare nella base del Movimento 5 Stelle. L’annuncio è diramato dal Coordinamento Nazionale Genitori per la Libertà di Scelta.

Un’opposizione, questa, mossa alla mancata rimozione, prima delle elezioni europee almeno della parte coercitiva della Legge Lorenzin e di quella allo studio dell’attuale Governo.

L’analisi del voto – spiega il Coordinamento Nazionale – individua in modo unanime nell’astensionismo, inteso come non voto critico, il principale artefice della disfatta elettorale del M5s.”

Il mancato rispetto delle promesse della vigilia – proseguono – su vertenze fondamentali come obbligo vaccinale, TAV, Ilva, TAP, insieme alla perdita di credibilità morale, ha prodotto l’impressione che questo partito abbia strumentalizzato il voto dei diversi comitati e coordinamenti territoriali e nazionali, tradendo le aspettative di cambiamento della vigilia.”

Agli elettori della Lega è, invece, sembrato che Salvini stesse mantenendo una certa coerenza – spiegano – anche da posizioni di inferiorità delle proprie istanze. Tutto all’opposto, l’idea di non toccare la Legge Lorenzin, per mantenere un ponte discorsivo con il PD in caso di ribaltone, è parso un bieco tatticismo sulla pelle dei bambini: i 5s hanno pagato anche per questo.”

“In conclusione, – dicono – invitiamo il M5s a “imparare la lezione”, come ha dichiarato Di Maio, eliminando speditamente le sospensioni delle frequenza scolastica e riportando la discussione in tema di vaccini sul terreno della civiltà e del buon senso.”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su