Breaking News
Home / Società / Lavoro / Oliveri, casse comunali vuote e i cittadini si mettono all’opera
Oliveri, casse comunali vuote e i cittadini si mettono all’opera

Oliveri, casse comunali vuote e i cittadini si mettono all’opera

Ad Oliveri, nel Messinese, località dal mare da fare invidia e meta ambìta da molti turisti, locali e non, parte un’iniziativa a dir poco esemplare sul piano della collaborazione e della civiltà, valori servire più in disuso.

Il paese cade a pezzi e mancano i fondi per procedere alla sistemazione. E, allora, come rimediare? L’Amministrazione comunale lancia un’idea alla comunità.

E, tre settimane fa, parte il primo Festival dell’Edilizia Solidale che oggi giunge alla sua seconda giornata.

Entusiasta il sindaco, Francesco Iarrera che, un po’ stupìto dall’alto numero di adesioni, racconta: <<Credevo che nessuno intendesse venirmi dietro, invece è successa una cosa straordinaria, esattamente all’opposto! La gente mi chiamava per dirmi: “Ma, sindaco, quand’è che facciamo la seconda giornata>>?

Si replica, dunque! Così i cittadini oliveresi lavorano come volontari con cemento, mattoni, cazzuole e tutti gli altri utensili messi a disposizione dalle ditte. I ristoranti offrono cibo e bibite.

Sul lungomare, i marciapiedi sono stati quasi totalmente ripristinati, le ringhiere ridipinte e le aiuole ripulite dalle erbacce. Un esempio di civiltà e voglia di fare, che supera le difficoltà, anche economiche, concretizzando il sempre attuale brocardo secondo cui “l’unione fa la forza“.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su