Home / Sport / Ciclismo / In bici da Milano a Messina: il viaggio del finanziere per ricordare il collega scomparso
In bici da Milano a Messina: il viaggio del finanziere per ricordare il collega scomparso

In bici da Milano a Messina: il viaggio del finanziere per ricordare il collega scomparso

A seguito della scomparsa a causa di un arresto cardiaco dell’Appuntato scelto Giuseppe Bucolo, verificatasi lo scorso anno, il vicebrigadiere Daniele Battelli – in servizio presso la Guardia di Finanza di Rimini – ha deciso di intraprendere un viaggio in bicicletta “in solitaria” per omaggiarne la memoria.

Il viaggio è iniziato lo scorso 31 maggio ed è stato suddiviso in tappe passando, tra le altre, per le città Bologna, Ancona, Pescara, San Severo, Trebisacce, Catanzaro e Reggio Calabria. Tre città però si sono distinte per il ruolo che hanno che hanno ricoperto nel percorso di vita di Giuseppe Bucalo: Milano, dove prestava servizio; Bari, dove è deceduto e Barcellona, dove è stato seppellito.

L’iniziativa di solidarietà e sensibilizzazione da parte del militare riminese, appassionato di ciclismo, è stata patrocinata dal Comando Generale della Guardia di Finanza ed al nobile gesto di voler ricordare l’amico prematuramente scomparso, l’intento è stato anche quello di promuovere la diffusione dello sport e l’importanza dall’attività fisica come forma di prevenzione dell’infarto e delle malattie cardiovascolari.
A tal riguardo, in collaborazione con l’associazione “Tutti per Fabio” Onlus, è stata promossa una raccolta di donazioni per l’acquisto di un defibrillatore.

Nella mattinata di sabato 8 giugno, in occasione della sosta a Messina, presso la Caserma “S. Cotugno”, sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, il Comandante Provinciale, Generale di Brigata Vincenzo Tomei, ed una rappresentanza dell’Associazione Nazionale dei Finanzieri d’Italia, hanno accolto il vicebrigadiere, prima della conclusione dell’intero viaggio a Barcellona Pozzo di Gotto, dove vi era ad attenderlo il Capitano Giacomo Cucurachi, Comandante della Tenenza di Patti, unitamente a una rappresentanza di militari ed al Cappellano Militare del Comando Regionale Sicilia, Monsignor Mario Raneri, che ha officiato, alla presenza della moglie, dei figli e dei familiari del militare prematuramente scomparso, un momento di preghiera presso la tomba all Cimitero di Barcellona.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su