Home / Cultura / Terza edizione “Il Cortile Teatro Festival”: i 5 spettacoli estivi ritornano a Messina
Terza edizione “Il Cortile Teatro Festival”: i 5 spettacoli estivi ritornano a Messina

Terza edizione “Il Cortile Teatro Festival”: i 5 spettacoli estivi ritornano a Messina

Giunto ormai alla sua terza edizione, “Il Cortile – Teatro Festival”, anche quest’anno, sbarca a Messina con i consueti cinque spettacoli ad allietare gli appassionati habitués; dall’8 luglio al 5 agosto, per cinque lunedì, si ripresenta il rinnovato appuntamento con la direzione artistica di Roberto Zorn Bonaventura e la collaborazione di Giuseppe Giamboi, all’interno del settecentesco Palazzo Calapaj – D’Alcontres (accanto al Duomo), location ancora una volta prescelta per la kermesse teatrale.

In un avvenimento definito “magico in un luogo d’incanto, sospeso fra fantasia e realtà”, ad andare in scena, tra gli altri, saranno Gaspare Balsamo, Daniele Timpano e Nicola Alberto Orofino. E’, allora, impossibile rinunciare a una nuova edizione de “Il Cortile – Teatro Festival” dedicato a cinque spettacoli con nomi importanti, passando dal ritorno di Gaspare Balsamo alla “prima volta a Messina” di Daniele Timpano, fino ad uno spettacolo con la regia di Nicola Alberto Orofino.

Tutte scelte, per lo più a “trazione siciliana” e a “ridondanza nazionale”, fortemente volute dal direttore artistico, Roberto Zorn Bonaventura per un programma di grande livello, realizzato però tra mille difficoltà economiche e con la disattenzione delle Istituzioni pubbliche, come dichiarato dall’ideatore.

Si parte, l’8 luglio, con “La felicità” della compagnia catanese Madé, con la regia di Nicola Alberto Orofino, a cura degli interpreti Roberta Amato, Giorgia Boscarino e Luana Toscano. Storia di un’emancipazione femminile che nel 1968 passa anche dalla scoperta di se stesse.

E’ fissato al 15 luglio il grande ritorno, con “Uomini e tonni”, del cuntista trapanese, Gaspare Balsamo, che tanto successo e molti fragorosi applausi ha riscosso nelle edizioni precedenti. Una narrazione civile della grande tradizione siciliana, la mattanza dei tonni, e racconti a tema.

In programma il 22 luglio, il terzo spettacolo, dal titolo “Legittima difesa” di Laura Giacobbe. Una produzione ‘Nutrimenti Terrestri’ con la regia di Roberto Zorn Bonaventura. Saranno Giuseppe Capodicasa, Francesco Natoli e Michelangelo Maria Zanghì i cantori di una storia esemplare di un’Italia di oggi, impaurita, depressa e cosparsa di odio.

Il 29 luglio sarà la volta di “Dux in scatola” (compagnia Frosini-Timpano) con cui avverrà il debutto messinese del regista, attore e grammaturgo romano, Daniele Timpano. Al centro del racconto le rocambolesche vicende del corpo di Mussolini, da piazzale Loreto alla sepoltura a Predappio.

Gran finale giorno 5 agosto, con il monologo prodotto da Casa di Creta, “Uomo maturo”, divertente ed ironico, dell’inglese di Catania, Steve Cable, che ne è l’autore e l’interprete. Il racconto è autobiografico e raffigura” gli innumerevoli tentativi di un giovane artista britannico, trapiantato in Sicilia, di comunicare con la gente del luogo.

Al termine di ciascuna rappresentazione gli artisti resteranno a disposizione del pubblico, che potrà gustare i prodotti del ristorante ‘A Cucchiara’ di Giuseppe Giamboi.

<<Si tratta di uno sforzo tutto privato – spiega Roberto Zorn Bonaventura – messo insieme tra molti sacrifici e anche con l’aiuto e la comprensione delle compagnie ospiti. Stante il silenzio delle istituzioni, poteva essere comprensibile una nostra rinuncia, ma noi siamo troppo convinti dell’importanza sociale e culturale del teatro per poterci fermare>>.

<<Così abbiamo scommesso ancora una volta sul gradimento del pubblico. – dice – La partecipazione degli spettatori, fra abbonamenti e ingressi ai singoli spettacoli, sarà per noi vitale al fine di poter continuare questa esperienza senza farci troppo male sul piano economico. Quindi, dico grazie fin da adesso a tutti coloro che ci saranno vicini>>.

Lascia un commento

Torna su