Home / Politica / Comune / Ambulanti Messina | De Luca: “Non temiamo le minacce di rappresaglie!”
Ambulanti Messina | De Luca: “Non temiamo le minacce di rappresaglie!”

Ambulanti Messina | De Luca: “Non temiamo le minacce di rappresaglie!”

Questo video (per vederlo clicca qui <– “assalto a Palazzo Zanca”) mi era stato inviato in tempo reale dalla Sezione di Polizia giudiziaria della polizia municipale qualche settimana fa.” È di qualche minuto fa il post del sindaco di Messina apparso sulla sua pagina social.

Abbiamo già presentato formale esposto per le minacce – spiega – che sono state proferite ed abbiamo già chiesto ed ottenuto un apposito confronto con il Comitato per la Sicurezza e l’Ordine pubblico presieduto dal Prefetto di Messina. Se la città è caduta così in basso lo dobbiamo anche al mancato contrasto dell’illegalità urbana ed all’assuefazione ai comportamenti in dispregio della civile convivenza.

Questi commercianti abusivi, – dice – che nessuno in 30 ha mai contrastato, ci odiano perché li stiamo costringendo a regolarizzare la loro posizione di illegalità. Ovvio che loro non si spiegano il perché tutti i sindaci e le forze dell’ordine non li hanno mai toccati ed ora il Sindaco De Luca li multa e gli sequestra pure la merce almeno una volta alla settimana.

Io ho messo a loro disposizione me stesso e gli uffici comunali, andando anche da loro per scegliere il luogo idoneo per concedere anche l’occupazione del suolo. Molti di loro stanno già ottenendo tutte le autorizzazioni per essere regolari e pagare i relativi tributi ed imposte. Ma una minima parte non intende mettersi in regola e ci minaccia di morte pensando che abbiamo paura delle loro minacce.

Non volevo raccontare questa vicenda come ho sempre tenuto il massimo riserbo su tante altre vicende altrettanto gravi ma essendo ormai di domino pubblico questo video, in quanto pubblicato anche da qualche giornale on line, mi vedo costretto a denunciare pubblicamente che abbiamo ricevuto questo affronto.”

Chi compra da queste persone è complice ed alimenta l’illegalità. Ogni persona di queste che si regolarizzerà – tiene a specificare De Luca – sarà pubblicamente ringraziata dal Sindaco e dall’assessore Dafne Musolino.”

Non manca un post scriptum di rettifica del Primo cittadino: “Non ricordo se ho mai portato il caffè ed il cornetto a questo signore ma almeno non ha potuto dire che gli ho portato pacchi di pasta o soldi come si usava in passato a Messina per comparsi i voti. Sia fatta la volontà di Dio!”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su