Home / Cronaca / Messina, blitz antiprostituzione e controlli contro ambulantato abusivo
Messina, blitz antiprostituzione e controlli contro ambulantato abusivo

Messina, blitz antiprostituzione e controlli contro ambulantato abusivo

Controlli antiprostituzione sono stati eseguiti, nella notte, dalla Polizia Municipale insieme ad Annona, Polizia Giudiziaria e Sezione Radiomobile e Viabilità. Il blitz ha permesso di rintracciare una casa di appuntamenti regolarmente attiva, sul Viale Regina Elena.

Due donne sono state identificate e ritenute responsabili del reato di esercizio della prostituzione. Il proprietario dell’immobile è considerato imputabile di sfruttamento della prostituzione.

Nell’appartamento, è stato anche trovato un cliente; l’uomo aveva usufruito della prestazione sessuale. Rinvenuti proventi di attività illecita per più di € 5.000 per i quali sono stati disposti ulteriori accertamenti che saranno a cura della Guardia di Finanza.

A Piazza Duomo, il blitz è stato rivolto contro l’ambulantato abusivo e condotto dalla Sezione Annona. Sottoposti a sequestro 9 banchi di merce posta in vendita. A Cristo Re, peraltro, stando agli esiti registrati nella notte, l’attività di prevenzione e repressione sembra aver avuto la sua efficacia: almeno ieri, niente “stappate” (secondo lo slang dei giovani messinesi), né atti vandalici quali il lancio di bottiglie di vetro contro le abitazioni, né fuochi d’artificio annessi.

Quanto ai giochi pirotecnici, il titolare di un ritrovo sul Corso Cavour è stato denunciato perché alcuni clienti sono stati colti in flagranza nel mentre procedevano all’accensione delle micce.

Sottoposte al controllo delle Sezioni Viabilità e Radiomobile anche le vie Garibaldi, I Settembre, Cesare Battisti e Largo San Giacomo. Elevate 43 multe per violazioni al Codice della Strada ed eseguite 23 rimozioni; sequestrati 1 un ciclomotore per mancata revisione e una autovettura per guida con patente sospesa. Eseguiti, in totale, quasi 70 controlli di Polizia e Sicurezza Stradale ed il totale delle sanzioni elevate ammontano nel complesso a € 9.971,00.

Controlli della Movida in un locale, a Larderia, riscontrate irregolarità che dovranno essere approfondite negli uffici. In centro città, rilevata in tre locali l’occupazione del suolo pubblico e autorizzazione mancante. Nel corso dei controlli, all’interno di uno dei locali, un uomo è stato denunciato per essersi rifiutato di fornire le proprie generalità.

Inoltre, un uomo è stato denunciato per disturbo della quiete pubblica mediante abuso dei mezzi di amplificazione del suono sulla automobile di sua proprietà, l’impianto  è stato sottoposto a sequestro. I successivi accertamenti hanno fatto emergere che l’uomo era alla guida con patente sospesa, gli veniva pertanto elevata una multa per € 5.000,00.

Le attività sono state coordinate dai Commissari Giardina e La Rosa, e tutte si sono svolte alla presenza dell’Assessore Musolino.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su