Home / Cultura / “Teatrando in Allegria” in scena all’oratorio Giovanni Paolo ll di Olivarella
“Teatrando in Allegria” in scena all’oratorio Giovanni Paolo ll di Olivarella

“Teatrando in Allegria” in scena all’oratorio Giovanni Paolo ll di Olivarella

Secondo appuntamento con la rassegna “Teatrando in Allegria” in scena all’oratorio Giovanni Paolo II di Olivarella e applausi a scena aperta per la compagnia teatrale “Saro Costantino” di Rometta che ha inscenato la commedia brillante “Gatta ci cova”.

La piece teatrale, scritta nel 1936 da Antonino Russo Giusti, mantiene attuali temi come la vittoria del bene sul male, della bontà sulla perfidia, della comprensione e del perdono. Magistrale l’interpretazione di Patron Isidoro da parte di Nicola Cannata attore e regista della compagnia.

Dieci gli spettacoli di un cartellone che ha visto al suo debutto la compagnia “Le nuove immagini” e che proseguirà fino a marzo con altri otto appuntamenti che vedranno in scena alcune delle più attive compagnie amatoriali della zona.

“Anche quest’anno – afferma il parroco Padre Stefano Messina – abbiamo cercato di allestire un cartellone ricco e vario cercando di coinvolgere e valorizzare le tante compagini locali che con impegno e passione dedicano il loro tempo a un’arte che resiste nonostante l’avvento delle nuove tecnologie. Il teatro è una delle rare forme artistiche in cui il fattore umano continua ad assumere un’importanza determinante”.

Una scelta chiara, quella del parroco e della commissione che lo aiuta nell’allestimento e nella conduzione di una rassegna che in passato aveva raggiunto una dimensione extraregionale e che in passato ha visto calcare il palcoscenico a compagnie calabresi e lucane, è stata quella di puntare esclusivamente su compagnie del comprensorio Antonio Galati, instancabile componente della commissione afferma che “Fare teatro a livello amatoriale impone immensi sacrifici che non sempre vengono ripagati. Abbiamo ritenuto opportuno dare la possibilità di esibirsi ai tanti amatori che nella zona danno lustro all’intero movimento teatrale.”

Ancora una volta l’oratorio Giovanni Paolo II di Olivarella dimostra la propria dinamicità, confermandosi una delle realtà più importanti e vive dell’intero comprensorio tirrenico.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su