Home / Cronaca / Migranti, bypassa i controlli: Alan Kurdi sbarca a Messina
Migranti, bypassa i controlli: Alan Kurdi sbarca a Messina

Migranti, bypassa i controlli: Alan Kurdi sbarca a Messina

Ammonta a sessantuno il numero di migranti, che nei giorni scorsi erano stati soccorsi nel Mediterraneo. I profughi di più nazionalità sono approdati al Porto di Messina; si trovavano a bordo della nave Alan Kurdi della “Sea Eye”, la Organizzazione Non Governativa (ONG), con sede in Germania, che opera nel soccorso di persone in difficoltà.

La notizia dell’arrivo dell’imbarcazione giunge in Prefettura e Capitaneria di Porto nella notte, che erano all’incirca le ore 24, con soltanto un’ora di preavviso.

A quanto pare, sarebbe stato eluso ‘in toto’ il sistema internazionale di controllo e di monitoraggio. Automatica la macchina dell’accoglienza, subito messa in moto, e molo presidiato da Polizia, Carabinieri e mezzi atti al soccorso. A prestare i necessari i primi soccorsi sono stati i medici dell’ASP; si è anche provveduto alle operazioni di identificazione. Prima del ricollocamento nei vari paesi europei, in base agli accordi assunti, i migranti sono stati trasferiti al centro di prima accoglienza.

<<Abbiamo ancora 61 persone a bordo delle 84 che abbiamo soccorso cinque giorni fa. Tra loro ci sono 17 donne, 21 minori, di cui 3 bambini molto piccoli sotto i 3 anni. […] Abbiamo avuto 3 evacuazioni mediche d’urgenza per 12 persone che sono state portate di urgenza in ospedale, assieme ai loro familiari>>. Questo i numeri, comunicati dal capitano, dell’ennesima “fuga per la vita”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su