Home / In Evidenza / Messina, Giardino delle luci: fine di una storia?
Messina, Giardino delle luci: fine di una storia?

Messina, Giardino delle luci: fine di una storia?

Polemiche su polemiche. Sì, perché i riflettori, rimasti per ore ed ore accesi sulla principale attrattiva del Natale messinese 2019, si sono fatti roventi come il fuoco. Una vera insurrezione popolare quella che si è scatenata in città, e sui social, per due ordini di ragioni. Intanto, un ticket che non ci sarebbe dovuto essere, poi un telone da subito insopportabile per i messinesi. <<Piazza Cairoli è nostra>>.

La voce del malcontento generale giunge alle orecchie dell’Amministrazione comunale, da qui una intermediazione arriva alla definizione di uno stralcio del 50% del prezzo del biglietto di ingresso. E via quell’odiato telone!

Ma l’amaro in bocca dei cittadini non passa perché – fanno notare – in altre città quel divertimento è gratuito e allora perché pagare per entrare nel circuito delle luci?

Alla seconda battuta, si arriva ad un ulteriore ribasso: questa volta da euro 2,50 si scende ad euro 2 ma non sarà gratis, se non per i bambini di età inferiore a 10 anni. E, a questo punto, il problema non è soltanto l’insofferenza manifesta della cittadinanza, a ciò si aggiunge una reazione da parte di chi è dietro all’organizzazione.

Si parla di problemi tecnici, ma un post ‘social‘ schiarisce le idee: i battenti si starebbero chiudendo, puntando il dito su due categorie, con un “grazie” che va a “i consiglieri comunali che hanno gridato allo scandalo…ai messinesi che si sono lamentati“.

Tutto spento, fermo e ancora interamente montato. Così, a piazza Cairoli, a Messina, le luci si spengono e il buio scende come un sipario e fine dello spettacolo, almeno per il momento! Restiamo in attesa di nuove comunicazioni.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su