Home / Cultura / Messina, eccezionale evento di Natale a Villa Melania
Messina, eccezionale evento di Natale a Villa Melania

Messina, eccezionale evento di Natale a Villa Melania

Un eccezionale evento di Natale si terrà a Villa Melania Cultural Refactory di Pistunina sabato 21 dicembre con inizio, nel pomeriggio, alle ore 17:30. E’ prevista la partecipazione del sindaco Cateno De Luca e dell’assessore alla Cultura, Enzo Caruso. Tra gli artisti, presenti nella mostra Dimitri Salonia, Alex Caminiti, Bruno Samperi, Lidia Monachino, Renato Coletta.

L’evento natalizio sarà l’occasione per trascorre un piacevole pomeriggio ed una altrettanto fantastica serata all’insegna delle tradizioni, della cultura, del teatro e del buon cibo. Start ore 17:30 con la visita guidata alla mostra di Arte contemporanea,degli antichi mestieri ed etnoantropologica con pupi e carretti siciliani, si proseguirà vedendo la prima Villa costruita con criteri antisismici a Messina dopo il terremoto del 1908; a partire dalle 18:30 ,e fino alle 19:30, sarà tempo di tombola smorfiata in siciliano con premi offerti dalla Fondazione Salonia che organizza l’evento; un ‘apericena’ biologico e, infine, uno splendido spettacolo teatrale e musicale dal titolo “Telemaco prigioniero”.

Sarà possibile ammirare le opere d’arte contemporanea che riprendono tutte le tradizioni folkloristiche della trinacria: i mercati siciliani che ad EXPO 2015 erano stati oggetto di una mostra. Le opere esaltano le emozioni forti della più vera sicilianità, attraverso colori, sapori e intensità, paesaggi e persone che rendono ogni particolare fondamentale.

Il Testo dello spettacolo è la traduzione in dialetto messinese di Rosa Gazzara Siciliano dall’edizione greca originale dell’Odissea di Allen di Oxford poi adattato dal regista e attore Eros Salonia, che interpreterà quest’opera come un ‘cunto’ con sottofondo musicale del chitarrista e cantante Vincenzo Guerrazzi. Gazzara Siciliano ha scritto in dialetto messinese molte opere traducendo anche la Divina commedia di Dante e riscrivendo tutti i miti e leggende conosciuti a Messina, ricostruendo una identità letteraria a questo ‘lingua’.

Magiche atmosfere avvolgeranno l’intero poema epico, rivisitato e attualizzato per fare emergere la figura di Telemaco che, come spesso avviene nella società contemporanea, soffre l’assenza del padre e, per questa ragione, è sbandato. I quadri visibili in scena sono stati realizzati dall’artista Dimitri Salonia.

Parte del ricavato della serata sarà utilizzato per realizzare l’acquisto di un esoscheletro meccanico per Morgan, il ragazzo di Messina affetto da disabilità psicomotorie.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su