Home / Cultura / Arte e Libri / “Donna sacra di Sicilia” e “Il nido nel rosaio”: binomio di cultura
“Donna sacra di Sicilia” e “Il nido nel rosaio”: binomio di cultura

“Donna sacra di Sicilia” e “Il nido nel rosaio”: binomio di cultura

Un evento di notevole portata culturale si è svolto a Messina, in data 20 dicembre. Ad ospitare il pomeriggio la Sala lettura della Biblioteca Regionale Universitaria “G.Longo”.

Nell’ambito della manifestazione “Donna sacra di Sicilia“, per la quale è stata allestita una esposizione a tema, si è inserita la presentazione della silloge poetica Il nido nel rosaio della poetessa Maria Grazia Genovese.

I lavori si sono aperti con l’introduzione della dott.ssa Tommasa Siragusa, Direttrice della Biblioteca regionale e moderatore.

A porgere i saluti istituzionali il Vescovo Ausiliare della diocesi di Messina, Lipari e S.Lucia del Mela, mons.Cesare Di Pietro; la Prof.ssa Rosa Maria Trischitta, Presidente della FIDAPA sez. di Messina; la Dott.ssa Rosellina Zamblera Crisafulli, Presidente dell’AMMI sez. di Messina; la Dott.ssa Angela Puleio, Direttrice dell’Archivio di Stato di Messina.

La raccolta poetica della poetessa Genovese è la quarta pubblicazione della collana poetica “Florilegio“, alla quale afferiscono i poeti del “Cenacolo” ed è a cura della stessa autrice.

L’iniziativa si è pregiata del patrocinio della FIDAPA sez. di Messina, dell’AMMI sez. di Messina e dello stesso “Cenacolo Culturale Hortus Animae“.

Apporti personali e contributi critici sono stati offerti dal Chiar.mo Prof.Giuseppe Rando, che è Ordinario di Letteratura Italiana dell’Università di Messina, dalla dott.ssa Lucia Di Pietro (responsabile della Biblioteca dell’Archivio di Stato di Messina), dal poeta Antonio Cattino in qualità di vice-presidente del Cenacolo Culturale Hortus Animae; tutti e tre recensori del testo.

Ha tratto le conclusioni la Ch.ma Prof.ssa Paola Radici Colace, già Ordinario di Filologia Classica dell’Università di Messina.

Molto apprezzate le brevi letture poetiche, estratte dal testo presentato curate dall’autrice. Molto calorosa e partecipata è stata la risposta del pubblico.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su