Home / Cronaca / Operazione Easy muscles: farmaci dopanti per oltre 500mila euro annui
Operazione Easy muscles: farmaci dopanti per oltre 500mila euro annui

Operazione Easy muscles: farmaci dopanti per oltre 500mila euro annui

Una fitta rete di cittadini italiani, dediti alla importazione illegale ed alla vendita di medicinali al pubblico a distanza senza autorizzazione,è ritenuta responsabile, a vario titolo, di ricettazione, utilizzo o somministrazione di farmaci, o altre sostanze, al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti.

L’operazione è stata condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno e del N.A.S. di Ancona, ecoordinata dalla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno,

Le indagini, avviate nelle Marche nel 2018, sono poi state estese a tutta l’Italia. Nel mirino anche la provincia di Messina. L’attività investigativa ha permesso di scoprire tutto il traffico relativo ai farmaci ad effetto dopante provenienti da Paesi dell’est Europa, come la Bulgaria e la Polonia.

I militari dell’Arma hanno ricostruito ruoli e funzioni degli indagati, residenti in 30 province, i quali tramite piattaforme social proponevano l’utilizzo e l’acquisto di farmaci dopanti. Inoltre, sono state individuate le transazioni delle carte di pagamento e tutte le spedizioni postali per un giro d’affari di oltre cinquecentomila euro annui.

Rilevate ricette mediche falsificate da alcuni indagati, al fine di approvvigionare ulteriori prodotti, provenienti dal circuito regolare nazionale.

Ed ancora migliaia i farmaci ad effetto dopante, tra cui nandrolone, testosterone, ormone della crescita e steroidi anabolizzanti.

Ben 55 le perquisizioni che la Procura di Ascoli Piceno ha disposto nelle seguenti 30 province: Ascoli Piceno, Bari, Barletta-Andria-Trani , Brescia, Cagliari, Cremona,  Ferrara, Foggia, Latina, Lodi, Lucca, Massa Carrara, Messina, Milano, Padova,  Parma, Perugia, Pesaro-Urbino, Reggio Calabria, Roma, Savona, Siracusa, Taranto, Terni, Torino, Trapani, Treviso, Trieste, Varese e Viterbo.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su