Home / Cronaca / Messina: è bigamo ma viene assolto
Messina: è bigamo ma viene assolto

Messina: è bigamo ma viene assolto

Si era separato e aveva, poi, deciso di partire alla volta di Santo Domingo, quando ricorreva l’anno 2012. Lì s’innamora e, per poter convolare a nozze, con una apposita autocertificazione, surrettiziamente dichiara di essere divorziato. Dopo la celebrazione, decide di fare rietro a casa.

Ed è proprio giunto in Italia, con la nuova moglie al seguito, che decide di richiedere la trascrizione dell’atto di nozze. Il “passo falso” gli costa caro, perché viene a galla l’inghippo!

L’uomo risulta coniugato con due donne, in quanto aveva “pendente” un precedente legame civile con la moglie da cui risultava soltanto separato, e non divorziato, se consideriamo che l’atto di separazione non estingue il matrimonio.

Gli atti vengono inoltrati in Procura e l’uomo viene imputato per i reati di bigamia e di falsità ideologica in atto pubblico.

Il difensore, Avv.Giuseppe Abbadessa, è riuscito a fare valere le proprie tesi, accolte dal magistrato. L’imputato è stato, pertanto, assolto dal reato di bigamia – <<perché il fatto non sussiste>> – e condannato sì per “falso innocuo” ma con la pena (ribassata) alla reclusione di soli mesi 2 in luogo di un anno ed una ammenda di euro 3000 proposti dal PM.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su