Home / Cultura / Amore o desiderio?
Amore o desiderio?

Amore o desiderio?

Innamorarsi è tra le esperienze più dirompenti, meravigliose, emozionanti, imprevedibili, che non possono essere controllate, che elicita sensazioni di euforia e leggerezza. Ci si riscopre intensamente vivi. Carichi di energia. Pronti ad esprimersi, espandersi, aumentare le nostre capacità. Secondo Bauman e la sua teoria sull’amore liquido, in una cultura consumistica come la nostra, però,che predilige prodotti pronti per l’uso, soluzioni rapide, soddisfazione immediata, risultati senza troppa fatica, ricette infallibili, assicurazione contro tutti i rischi e garanzie del tipo “soddisfatto o rimborsato”, quella di imparare ad amare è la promessa (falsa, ingannevole, ma che si spera ardentemente essere vera) di rendere l’esperienza dell’amore simile ad altre merci, che attira e seduce sbandierando tutte queste qualità e promettendo soddisfazioni immediate e risultati senza sforzi. Quindi, alla luce di ciò potremmo ridefinire il concetto di amore e potremmo parlare più propriamente di desiderio, di voglia da soddisfare qui ed ora, proprio per sottolineare, tristemente se vogliamo, la volubilità di un sentimento, la fragilità dell’amore. Forse oggi ci si lega più facilmente ad una persona, si desidera, si vuole “sentire”, avere, possedere…Ma non si è disposti ad amare. L’amore, talvolta, implica staticità, noia, momenti di privazione e dedizione all’altro alternati a momenti di gioia. E spesso non si è  disposti a sacrificarsi, a mettere da parte una parte di se’.Il desiderio è immediato ed immediato è il suo soddisfacimento, fugace…L’ amore invece, è stabile, l’ amore dura nel tempo, l’ amore prevede sacrificio ed impegno.E come citava William Shakespeare in un sonetto,“…Amore non è amorese muta quando scopre un mutamentoo tende a svanire quando l’altro s’allontana”Amore è un faro sempre fissoche sovrasta la tempesta e non vacilla mai…”

Dott.ssa Ines Catania – Psicologa

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su