Home / Società / Messina, parcheggi selvaggi: “Sei proprietario del marciapiede?”
Messina, parcheggi selvaggi: “Sei proprietario del marciapiede?”

Messina, parcheggi selvaggi: “Sei proprietario del marciapiede?”

La campagna è dedicata “ai diversamente abili e ai pedoni, rendendo la loro vita impossibile. Il nostro intento con il progetto denominato “Sei padrone del marciapiede?” è di educare cittadini che, in barba a quelle che sono le norme del codice della strada e dell’educazione civica, utilizzano ogni anfratto per parcheggiare, causando parecchi disagi”. A comunicarlo i commissari liquidatori dell’ATM, Roberto Aquila e Fabrizio Gemelli.

Alla conferenza di presentazione del progetto, avvenuta stamane nelle sala stampa del palazzo ATM, erano presenti l’assessore con la delega alla Polizia municipale, Dafne Musolino, e il direttore  generale di ATM, Natale Trischitta.

“Abbiamo chiesto ai controllori dei parcheggi delle Ztl  gestite dall’azienda – hanno proseguito i commissari liquidatori – di inserire nel parabrezza dei veicoli parcheggiati in modo scorretto, come quelli sui marciapiedi, sulle strisce pedonali, e sugli  scivoli e stalli per disabili o nelle auto in seconda fila un nostro volantino dove si ricorda che: “Sei padrone del marciapiede? No… e allora considera anche gli altri e non fare l’incivile” e poi si sottolinea: “in diverse città il parcheggio selvaggio è stato la causa della morte di diverse persone, e la Corte di Cassazione ha anche stabilito che posteggiare male può essere reato, nel caso in cui chi sosta  ad esempio in doppia fila causa un incidente mortale”.

Nel volantino si ribadisce: “chi parcheggia in modo non appropriato dovrebbe vergognarsi perché impedisce l’accesso tra gli altri, ai pedoni, a persone in carrozzella, o a mamme con i passeggini,  obbligandoli a camminare nella carreggiata stradale ed esponendoli a pericoli”. 

“Anche gli studenti di alcune scuole superiori – spiega Natale Trischitta – dopo aver partecipato a brevi corsi di formazione,  saranno forniti di volantini, in modo che possano fare da ‘sentinelle’ e inserirli anche loro nelle auto ferme in sosta in modo inappropriato. I parcheggi più sconvenienti verranno segnalati ai vigili che procederanno a sanzionare gli automobilisti. La nostra campagna vuole rappresentare un deterrente per chi non si pone il problema delle conseguenze del suo posteggio sconsiderato”. 

“Tutto questo – proseguono i commissari liquidatori – seguendo anche le direttive dell’amministrazione che sta cercando con interventi concreti di riportare il giusto decoro in città. Tolleranza zero e sanzioni, quindi, per chi occuperà marciapiedi, strisce pedonali, scivoli per disabili, vogliamo iniziare dalla mobilità per disegnare una Messina finalmente diversa”. 

“ATM e l’Amministrazione – ha aggiunto l’assessore Dafne Musolino – si battono per una città più solidale, ecosostenibile ed inclusiva, dove il rispetto dei diritti è la priorità. Riteniamo di averlo dimostrato concretamente, sia con controlli serrati quotidiani e durante la movida, sia promuovendo campagne per disincentivare l’uso dell’auto ed evitare gli incidenti del sabato sera, per la donazione del sangue, o istituendo bus elettrici per rispettare l’ambiente”. 

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su