Breaking News
Home / Cronaca / Droga Calabria-Messina, operazione “Scipione”: 19 arresti
Droga Calabria-Messina, operazione “Scipione”: 19 arresti

Droga Calabria-Messina, operazione “Scipione”: 19 arresti

Un’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata eseguita, ieri notte, dal Comando provinciale di Messina nei confronti di 19 persone ritenute responsabili – a vario titolo – dei reati di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi, nonché reati contro il patrimonio.

A disporre l’intervento delle Forze dell’Ordine il G.I.P. presso il Tribunale di Messina su richiesta della Procura Distrettuale di Messina.

Le indagini erano partite il 27 settembre 2016, quando colpi di fucile erano stati esplosi contro alcuni pregiudicati seduti, al momento della sparatoria, nello spiazzo antistante un bar di Messina.

L’Operazione “Scipione ebbe approfondimenti eseguiti sulle vittime dell’agguato, operanti nel traffico di droga cittadino, fino a scoprire una associazione per delinquere dedita al traffico di sostanze stupefacenti.

La droga veniva loro rifornita da elementi riconducibili alla cosca della ‘ndranghetaMorabito-Bruzzaniti-Palamara” di Africo Nuovo, in provincia di Reggio Calabria. I fornitori si occupavano della consegna che avveniva settimanalmente a domicilio.

Ingenti carichi di cocaina e marijuana che venivano poi distribuite nella città di Messina.

Tutti i particolari sono stati comunicati, alle ore 11, in conferenza stampa organizzata presso il Comando provinciale Carabinieri di Messina.

I provvedimenti restrittivi in carcere sono stati eseguiti nei confronti dei sottonotati indagati: Albarino Angelo, 45enne; Favasuli Salvatore, 46enne; Bonanno Giovanni, 47enne; Filetti Adriano, 50enne; Brigandì Stellario, 52enne; Marchese Stefano, 43enne; Calabrò Fortunato, 42enne; Milazzo Giampaolo, 49enne; Chiara Santa, 43enne; Morabito Giovanni, 37enne; Chierico Rinaldo, 49enne; Spadaro Francesco, 40enne; Cipriano Roberto, 53enne; Visalli Maria, 42enne; Coco Giuseppe, 43enne; Viscuso Marcello, 49enne; Duca Alessandro, 42enne; Famulari Orazio, 45enne ( arresti domiciliari); Favasuli Costantino, 48enne.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su