Home / Politica / Comune / Messina, ordinanza “anti passeggio”: ecco cosa dispone
Messina, ordinanza “anti passeggio”: ecco cosa dispone

Messina, ordinanza “anti passeggio”: ecco cosa dispone

Il provvedimento si è reso necessario, secondo quanto ha riferito il sindaco, a causa del “babbiu” di cittadini, i quali passeggerebbero invece di stare in casa. Inoltre, sarebbero 115 i messinesi rientrati da Madonna di Campiglio omettendo la comunicazione dell’arrivo a Messina. La città, ora, vive il dramma di un contagio di entità potenzialmente esponenziale.

L’ordinanza pone il divieto assoluto di passeggio pubblico o attività sportiva non rientrante tra gli spostamenti per ragione appunto di lavoro, di salute o necessità come previsto dal DPCM dell’8 marzo poi ripreso dal DPCM del 11 marzo 2020 e non rispondente a non comprovate e non rinviabili esigenze primarie come sono state definite dalla circolare del Ministero degli Interni n°15 350 del 12 marzo 2020 “. A dirlo è l’assessore Dafne Musolino.

Quindi, – prosegue a dire – se non ci si sposta per questi motivi… Un divieto assoluto di passaggio pubblico di attività sportive con interdizione assoluta al pubblico passeggio nelle seguenti località, pubbliche vie e piazze: nella S.S.114 dal lungomare di Briga Marina fino a Galati marina; nella zona centro dalla Capitaneria di Porto, via Vittorio Emanuele; viale dell’ Libertà fino al Torrente Annunziata; via Consolare Pompea dalla rotatoria Annunziata fino al villaggio Torre Faro, via Lungo Lago Ganzirri via circuito fino ad arrivare alla S.S.113, al lungomare ai villaggi di Acqualadroni, S.Saba, Marmora, Rodia e Ortoliuzzo”.

Il divieto è esteso a tutte le pubbliche vie e piazze limitrofi o ricadenti nelle località innanzi citate. Quindi: tutte queste località, le loro pubbliche vie e le loro piazze. L’interdizione anche assoluta al litorale marittimo per l’intera estensione del territorio comunale“.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su